AL LAGO SANTO – Cenzo Casavola

AL LAGO SANTO


Ho selezionato i colori dell’autunno,
mi sono ritrovato immerso da foglie
degli aceri spogliati, così ho visto
il cielo, azzurro tra i monti, terso.
Nel lago viaggiano i riflessi, i pesci
Li smorzano con la loro scia, poi
Si rifugiano sotto la coperta di foglie
Della riva. Un levigato sasso lanciato
Struscia l’acqua nei balzi, lasciando
Minime crespe d’onde ; in esse mi sono
Tuffato a cercare sassi smarriti nel
Nel tempo perduto, e ripescare
Emozioni dimenticate nella borra.
La nebbia veloce, mi ha colto stremato
Dai pensieri fuggiti nei boschi irti,
tento di seguire le loro strisce
d’energia, rimbalzanti nelle
effimere gocce; fuochi fatui
di sepolcrali intensione irrealizzate.
Mi sono perso nel elucubrare ,
e più non scorgo l’azzurro del cielo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *