AMORE – Pietro Casella

 

Pietro Casella

Pietro Casella

AMORE

Se vuoi trovare
il tuo nome
viaggiami dentro
come spesso fanno
certi pensieri di noi
che nascono nel sangue
e vagano tra le vene
solo per venire al cuore
e dare rifugio per sempre
al senso di tutte le pene.
Vienimi dentro
e sulle ossa vedrai
le lettere incise
dei giorni promessi
e nei polmoni ancora viva
l’aria che respirammo
e il sogno dei corpi
quando bruciarono
l’ardore degli spasmi
per toccare insieme
quello che non si può vedere
quello che non si fa combattere
quelllo che si può solo sentire
quello che non si può mai dire.
Vieni nella mia mente
se ancora ti va di sapere
dove sia la tua memoria
e dove sopravvive inquieto
il tempo del nostro incontro.
Vedrai balzare il tuo nome
da una sinapsi all’altra
quando anche il letto
non potè fare a meno
di trattenere gli abbracci
e chiese dalla finestra alla luna
di farsi piena di luce sui corpi.
Lo sanno bene i neuroni
quale suono di volto
si moltiplica negli specchi.
Che provano la gioia
da quando sei arrivata
che ripetono l’assenza
da quando sei sparita.
E nel frattempo io
che non ho più un nome
se trascrivo nella carne il tuo
felice di aver scoperto
che anche solo
posso essere amore
posso dare amore
posso vivere amore.

Pietro Casella

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *