E tace – Ciro Imperato

mare poesia

E tace
(poesia di: Ciro Imperato)

Muove una nuvola
sugl’irti rami di pini
e gonfia… attende invano.

L’umido freddo e la brina
del mattino primo… dorme.

Fumi rappresi e ceneri disciolte
oltre il monte diradate vanno.

Un legno inchiodato ormai non più
dormiente e umido resta
tra l’altra in attesa.

Serrate porte, rumoreggianti iniziano
nel crescente caldo astro del mattino.

E note silenziose nel tiepido tempo
ad assuefatti padiglioni giungono
a rammentar di battere ancora
quel cerchio lontano di botti nuove.

Un nuovo raccolto s’avvicina
ed uve asprigne fermentan di già
sul calar dell’astro buio
e sul nascer dell’altro nuovo.

Tutto s’acquieta e tace
nel nuovo risbocciar di urne
di floreali, odorosi bulbi
e d’accension di lampade votive.

Ciro Imperato è nato a Portici (Napoli) e ha vissuto per motivi di lavoro in molte città d’Italia. Spinto da sete di conoscenza e vivace curiosità verso tutto ciò che per lui è nuovo, ha coltivato varie passioni spaziando tra musica, fotografia, arte, letteratura e, non per ultima, la poesia.
Da giovanissimo ha anche condotto una  trasmissione radiofonica.
Scrive i suoi “pensieri”, così come lui stesso usa definirli, che trattano vari argomenti, ma in particolare sono rivolti ai sentimenti più profondi e al disagio esistenziale dell’uomo nei confronti del prossimo e della madre terra, nonché alle brutture che l’uomo compie ai danni della natura e del suo stesso simile.
Nella sua poesia riporta perlopiù emozioni attinte dalla vita quotidiana. Esprime la coscienza delle cose rielaborando visioni, emozioni e ricordi del suo vissuto e non, per arrivare, grazie ad una maggior consapevolezza, ad una realtà universale.
È stato premiato e ritenuto meritevole in vari concorsi di poesia organizzati in diverse città italiane e i riconoscimenti ricevuti da più parti sono stati e continuano ad essere per lui stimolo per fare sempre meglio.
Nel mese di luglio 2014, “TraccePerLaMeta Edizioni” ha pubblicato la sua raccolta di poesie [codice isbn: 978-88-98643-21-9] intitolata “Versi in-versi (affilati e taglienti)”, frutto del conseguimento del 1° premio al concorso letterario “Libera Verso”, organizzato dall’Associazione storico-culturale e di spettacolo per la promozione turistica della Campania “Il Castello” di Salerno, cui Presidente è Bruno Di Cerbo.

Leggi tutto: Una poesia. Piccolo regalo ai lettori. Parliamone, di domenica ~ OK!Mugello
Perchè non condividi con i tuoi amici OK!Mugello? Più siamo meglio è!
Follow us: @okmugello on Twitter | okmugello on Facebook
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *