FESTIVAL DELL’ARTE, DELL’AMICIZIA E DELLA PACE ITALIA UZBEKISTAN – Aida Abdullaeva

 

miguel-angel-acosta-lara-2

FESTIVAL DELL’ARTE, DELL’AMICIZIA E DELLA PACE ITALIA UZBEKISTAN

Dal 18 novembre 2016 al 2 dicembre 2016 si terrà a Pesaro, ricca città sull’Adriatico, del Centro Italia, il secondo “Festival dell’Arte, dell’Amicizia e della Pace Italia Uzbekistan”. L’inaugurazione e il vernissage si terranno il 18 e il 19 novembre 2016, il primo giorno alle ore 17.00, il secondo alle ore 18.00.

Ideatrice e organizzatrice del festival è la nota artista  Aida Abdullaeva. Il festival ha la collaborazione  dell’Associazione Internazionale «VerbumlandiArt», Presidente Regina Resta, ed i Patrocinii del Comune di  Pesaro,  Regione Marche, Provincia di Pesaro Urbino, Confindustria di Pesaro e Urbino, Accademia delle Belle  Arti dell’Uzbekistan, Ambasciata dell’Uzbekistan a Roma, Uzbekistan Airways, O’zbekkino, Fano TV, Fano International FilmFestival “FFF” e altri Enti.

Questo “Festival Internazionale dell’arte, dell’ amicizia e della  pace  Italia Uzbekistan “, e sta guadagnando forza e popolarità sia in Italia che in Uzbekistan.  Dopo Gubbio 2015, a Palazzo dei Consoli, è Pesaro quest’anno la città ospite, Città della Musica, perché patria di Gioacchino Rossini e del ROF Rossini Opera Festival, inoltre è sede della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema ed è candidata ufficiale per l’Italia a “Città Creativa Unesco“.

Sede del Festival è l’Alexander Museum Palace Hotel fronte mare, l’unica struttura italiana nel top 10 dei più prestigiosi hotel europei di design ed è stata dichiarata “Opera non trasportabile” alla Biennale di Venezia del 2011. I corridoi, le sale, la piscina, portano il segno di artisti come: Giò Pomodoro, Enzo Cucchi, Mimmo Paladino, Sandro Chia, Simon Benetton, Primo Formenti, Nanni Valentini, Gino Marotta, Davide dall’Osso, Floriano Ippoliti. Le stanze e le porte sono state dipinte da settantacinque artisti.

La proprietà è del conte Alessandro Marcucci Pinoli di Valfesina, proprietario di numerosi hotel in Italia, una personalità eclettica, filantropo, scrittore, poeta, pittore e scultore ed anche, mecenate, collezionista e imprenditore turistico, che nella vita è stato avvocato, console e ambasciatore.

Ospiti d’onore, quest’anno, sono Rustam Kayumov, rappresentante dell’Ambasciata della Repubblica dell’Uzbekistan in Italia, e Vittorio Giorgi, Console Onorario dell’Uzbekistan della Regione Campania.

Al Festival espongono i più grandi artisti uzbeki, dall’artista Accademico e Presidente delle Belle Arti dell’Uzbekistan, Akmal Nuridinov (Akmal Nur), che era ospite d’onore al Festival di Gubbio nel 2015, ad artisti come, Alisher Alikulov, Alisher Narzullaev ed altri  prestigiosi artisti italiani insieme ad artisti dalla Germania, Messico, Croazia e Venezuela.

Anche quest’anno al Festival ci sono concerti di musicisti uzbeki e italiani, come ad esempio,  il concerto della pianista Nigora Khusanova (vincitrice di molti concorsi internazionali), che eseguirà opere del famoso compositore uzbeko Kahramon Rakhimov in due con la pianista Maria Ilyasova, con la famosa soprano lirico Teresa Sparaco, già nota in Uzbekistan, Cecilia D’lorio, Ludovica Ambroselli, Marilena Di Martino, Maria Morena Lepri e Mauro Branda.

Partecipano inoltre giovani musicisti della città di Pesaro, la pianista Liana Massaccesi, la violinista Ilaria Massaccesi, il pianista Michele Castaldo. Nell’ambito del Festival in collaborazione con la “Società amici della Musica di Jesi” Giuseppe Di Chiara, il giorno 17 novembre nella città di Jesi, si terrà un concerto di pianoforte con le pianiste Nigora Khusanova e Maryam Ilyasova.

Un momento particolarmente suggestivo, il giorno 18 novembre, è il connubio di poesia e arte con l’incontro e la lettura dei poeti Umberto Piersanti, Franca Mancinelli, Luigi Socci.

Nella Galleria degli Specchi dell’Alexander Museum, il giorno 19 novembre si terrà una sfilata di moda della stilista uzbeka Taisiya Chursina e di stilisti italiani, come Daniele Callegari, Sandra Saviozzi, Barbara Galimberti, Silvia Monticelli, , Fabiana Gabellini e Marina Corazziari Gioielli Scultura.

Il fotografo ufficiale di questo evento è Wilson Santinelli.

Artisti : Aida Abdullaeva (Italia Uzbekistan),Akmal Nur (Uzbekistan),Albert Edwin Flury (Italia),Albina Dvortsis (Germania),Alisher Alikulov (Uzbekista),Alisher Narzullaev (Uzbekistan),Antonino Leanza (Italia),Carlos Callegari (Italia Venezuela),Farida Maksumova (Uzbekistan),Fausto Ercolani (Italia),Francesca Guidi (Italia),Giuseppa Comodi (Italia),Kamila Kerimova (Uzbekistan),Lilian Rita Callegari (Italia Venezuela),Luca Peroni (Italia), Marina Ribnikova (Uzbekistan),Miguel Angel Acosta Lara (Mexico),Paola Zannoni (Italia),Sabrina Golin (Italia),Sonia Seu (Italia),Stjepko Mamic (Crovazia), Tina Marzo (Italia),Tohir Karimov (Uzbekistan),Veronica Severi (Italia),Vincenza D’augelli (Italia),Wilson Santinelli (Italia).

Siamo sicuri che questo festival non susciterà solo l’interesse degli ospiti, dei rappresentanti delle istituzioni, e degli storici e critici dell’arte, ma  che consentirà anche al gran numero di visitatori di avvicinare la cultura dell’Uzbekistan e favorire l’amicizia e la riscoperta della Via della Seta già percorsa da Marco Polo quasi mille anni fa.

listener

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *