IL MARTIRIO DI MARSIA – Alberto Massazza

marsia tiziano

Annuncia col doppio flauto, da Pallade
permalosa rinnegato, i tempi
dell’illimitata bellezza, Marsia!
Nell’aurocrinite sembianze atletiche
d’Apollo, il Gran Sadico in subdola
maschera attende per scuoiarti,
ibrida trappola, ma l’abbondante
sangue in cristalline acque
si muterà, rigenerante fiume
scorrerà improsciugabile nei secoli.
L’illimitata bellezza mai sarà compresa
dalla caduca forma della carne
ed al Gran Sadico sarà gioco facile
agli inebriati dal tuo canto dar da bere
che fu superbia ad ispirarti l’arte
e non la generosità del dono spassionato.
Amara ingenuità introiettarsi per
dagli abissi trarre perle abbacinanti.
Non giudizio imparziale, ma ondivago
arbitrio, Marsia, c’è da attendersi
dall’opportunismo dello spirito del mondo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *