IL MONDO DI DONALD TRUMP E DEI RAZZISTI – Roberto Rossi

  IL MONDO DI DONALD TRUMP E DEI RAZZISTI

Disegno su carta 33 x 48, china, pastello, 2017

Un mondo trafitto, sbarrato, chiuso. Acuminate grate di un ponte levatoio di un medievale castello arroccato sul suo pensiero unico. Ecco la mente di chi è succeduto all’ex presidente USA, Obama, in questo 2017 del terzo millennio cominciato male e andando peggio. Un pensare razzista e sprezzante sui Valori condivisi. Un pensare che annulla tutto ciò che gli USA avevano rappresentato sulla Libertà e sui Diritti Umani. Una mostruosità che assomiglia ad altre molto simili già accadute e portatrici di orrori. Nella semplicità del disegno si evidenzia la portata misera e pericolosa di una mente egoistica ed adulatrice del Dio denaro come modo di considerare il mondo. Il resto, non conta. Terribile manifestazione di pochezza culturale e di forte arcaismo. Non un passo indietro, ma mille passi indietro verso un mondo di tribù, una contro l’altra come un tempo. “Prima gli interessi economici personali”, questo dev’essere il pensiero di questo individuo; un pensiero mascherato da patriottismo e nazionalismo. Un pensiero che rischia di devastare il mondo che già dimostra essere in subbuglio sull’avvento di questo personaggio. Anche in Europa compresa l’Italia, suoi fans sgomitano per mostrare quella misera pochezza mentale, dove i neuroni della Ragione sono esiliati molto tempo fa. La storia purtroppo non insegna. La storia purtroppo dimenticata con intenzione di farlo, per avere l’alibi di sporcarsi ancora come nel passato pur di avere consenso…e potere. L’esclusione non ha MAI portato positività, ma solo disastri. Solidarietà, accoglienza, incontro, dialogo, credo siano veleni per la mente di questo personaggio che rischia di capovolgere il mondo in un nuovo disastro planetario. L’arte quindi come protesta, urlo, contestazione, contro tutto ciò e tutto ciò che assomiglia al pensiero unico, dove il valore della persona è calpestato. I Diritti Umani calpestati, dove essere una etnia, un credo, una provenienza diversa è considerato reato e venire incarcerato, escluso, espulso. L’arte a sostegno, sempre, ai Valori condivisi dove le diversità sono positività ed essenze del genere umano.

Testo de disegno di Roberto Rossi.
Pittore, poeta, scrittore.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *