Il Saldatore – Nelida Ukmar

Il Saldatore

Un gesto mirato t’alza la schiena
curva sulla lamiera scintillante
che saldavi con imperturbabile
precisione al lento passaggio
dei caschi giovanili che nulla
sanno della tua concentrazione
sul metallo da fondere in riga.

Passa la guida e scuote la robusta
spalla che sembra non cedere
all’obbligo di girarti verso me,
per un fugace saluto, un segno
che solamente io posso cogliere
in quel momento che collega
entrambi in un contatto benedetto
dagli spiriti che imperturbabili
osservano la scena e passano oltre.

Nelida Ukmar

A mio papà, con gratitudine, a un mese esatto dalla sua morte
Svojemuočetu, hvaležna, mesecdni po njegovismrti

Fototesto by me: Jesenice, Jeklarna Acroni (Acciaieria Acroni Jesenice (SLO)

P.S. http://www.mutatemente.com/orbs.html

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *