“IN PIEDI COSTRUTTORI DI PACE” CON IL DIALOGO FRA I POPOLI – VERBUMLANDIART

PROGETTO:

“IN PIEDI COSTRUTTORI DI PACE” CON IL DIALOGO FRA I POPOLI.

La catena della pace con la poesia, l’arte, la musica, il teatro, il cinema, la moda, il giornalismo.

 

 

“IN PIEDI COSTRUTTORI DI PACE”

don Tonino Bello

 

L’esortazione di Don Tonino “IN PIEDI COSTRUTTORI DI PACE” non può lasciarci indifferenti specie ai giorni d’oggi dove sembra ci sia una generale rassegnazione alle sorti del mondo.

 

Il clima di insicurezza e paura che gli attuali avvenimenti internazionali hanno instaurato nella società ha effetto su tutti, in particolare sui bambini e sui più fragili e puri di cuore. Ciò crea l’esigenza di offrire un contatto con questa realtà che offra stimoli per la formazione di cittadini di una società sempre più multiculturale che viva in un clima di pace e di dialogo continuo.

La cultura alla pace oggi deve diventare centro di aggregazione in cui si possa vivere la diversità come arricchimento e non come disagio. La ‘mondializzazione’ produce, da un lato, un maggiore contatto tra culture diverse ma, dall’altro, suscita reazioni di paura e di chiusura ‘nel proprio guscio’, che facilmente sfocia nell’intolleranza, nell’emarginazione, nella guerra.

La cultura alla pace deve perciò creare dei nuovi cittadini che siano in grado di affrontare i problemi creati dalla convivenza di culture, religioni, politiche diverse.

 

L’associazione VerbumlandiArt  ha realizzato il Progetto

“Costruiamo la Catena della Pace con la Poesia, l’Arte, la Scrittura, la Musica, il Teatro, il Cinema, la Moda,  il Giornalismo”,

che vuole unire poeti, artisti, musicisti, attori/ci, giornalisti, registi di tutto il mondo per costruire una civiltà dell’amore per la pace, un progetto che cerchi di diffondere e farsi portavoce dei valori culturali delle varie nazioni, a sentimenti di collaborazione e di pace che, pur nel rispetto della propria identità etnica e culturale, possono nascere soltanto dall’empatia con ciò che è diverso e dal confronto con l’altro. Si può parlare di pace con il linguaggio della poesia, delle arti, diretto e immediato che può diventare un modo per migliorare la convivenza democratica a tutti i livelli sociali.

 

Per gli eventi programmati a Lecce, si avvale della collaborazione del Movimento Culturale “Valori e Rinnovamento” Lecce, il Centro Culturale Internazionale ”L. Einaudi” di San Severo, l’Associazione culturale Serba “Majdan”, l’Associazione culturale “Teatro Di Ateneo” Lecce, il Console Onorario della Croazia Rosa Alo’, la Casa Editrice “Milella”, la Proloco di Caserta, l’Associazione Culturale “Euterpe”, Il Centro Studi Michele Prisco, l’Ambasciata dell’Ecuador a Milano, la Caritas Diocesana Nardò-Gallipoli.

 

Il progetto parte con la conferenza del prof. Francesco Lenoci a Lecce l’11 dicembre 2016, che non vuole essere solo una commemorazione, ma anche un atto di coscienza e responsabilità perché dobbiamo svellere le tre pietre che scatenano una cultura di guerra:

1) profitto, nel senso di tentazione economica;

2) potere, nel senso di tentazione politica;

3) prodigio, nel senso di tentazione fatalistica.

(don Tonino Bello)

 

Prosegue il 20 dicembre 2016, con la premiazione della “La Voce dei Poeti” II Edizione.

Ospiti d’onore alla manifestazione il Prof. Cav. HAFEZ HAIDAR, candidato al Premio Nobel per la Pace, scrittore e poeta di origine libanese, docente presso l’Università degli Studi di Pavia, ha pubblicato vari libri di saggistica e di narrativa con Mondadori, Piemme, Rizzoli, Bompiani, Fabbri, La Meridiana e Mondolibri.  E’ considerato a livello mondiale tra i maggiori studiosi delle religioni monoteistiche (Dizionario Comparato delle religioni monoteistiche, ed.Piemme)

Il Prof.GIOVANNI CORDINI, Professore ordinario di diritto pubblico comparato e docente di diritto dell’ambiente e di diritto amministrativo comparato (corso avanzato), Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali e Direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerca sulla Partecipazione Sociale nella Gestione del Territorio, Università di Pavia.

Premio giornalistico Verbumlandiart 2016 al giornalista ANTONIO MOSCARELLO.

L’Associazione VerbumlandiArt realizzerà con la casa Editrice Milella una raccolta significativa degli elaborati e delle opere dei poeti e artisti partecipanti, da diffondere sul territorio nazionale e internazionale.

A maggio 2017 si realizzerà a Pesaro, presso l’Alexander Museum Palace di Alessandro Marcucci Pinoli, la III Edizione del Premio Pesaro Arte che avrà come titolo “Pesaro Arte 2016 Costruiamo la Catena della Pace con l’Arte e la Poesia” per concludersi in Croazia e Serbia, per commemorare nel 25° anniversario, la marcia per la pace condotta da Don Tonino Bello.  

Inoltre ci sarà il Gemellaggio fra la città di Galatone, sindaco Livio Nisi e una Città dell’Istria, referente l’ex ambasciatore della Croazia a Roma Drago Kraljevic.

Il Progetto ha scopi educativi e sociali.

scrivere per la Pace tante poesie, testi, per costruire una catena senza fine, opere d’arte, musiche, articoli di giornale, che sensibilizzino l’opinione collettiva.

  • FINALITÀ EDUCATIVE

Sensibilizzare alla solidarietà nei confronti dei bisogni altrui e alla pace attraverso:

  1. Realizzazione di componimenti poetici
  2. Video-poesia
  3. Foto-poesia
  4. Mostre d’arte
  5. Teatro
  6. Musica
  7. Cinema
  8. Articoli giornalistici

Il Tema:

 “IN PIEDI COSTRUTTORI DI PACE” CON IL DIALOGO FRA I POPOLI.

 LA CATENA DELLA PACE CON LA POESIA, L’ARTE, LA MUSICA, IL

 TEATRO, IL CINEMA, IL GIORNALISMO.

CONTENUTI

La pace e i bisogni

La non violenza

La difesa della Pace

IL rispetto dell’altro

La buona educazione

Il dialogo senza armi

I 7 Valori che si devono perseguire

 

1.della non violenza

2.della giustizia

3.della libertà

4.della Pace

5.dei diritti umani

6.della responsabilità

7.della speranza.

 

OBIETTIVO GENERALE:

Accettare e rispettare l’altro con il dialogo e la solidarietà.

Capire l’importanza della non violenza.

Credere e avere la speranza in un mondo di Pace. La Pace si può e si deve fare.

METODOLOGIA

La coesistenza pacifica tra gli uomini è il frutto di un’abitudine di vita costruita pian piano, promuovendo il superamento dell’egocentrismo e favorendo lo sviluppo di atteggiamenti di rispetto e tolleranza reciproca.

Il Progetto consiste in un premio rivolto a tutti i poeti, scrittori, artisti, musicisti, attori di teatro e cinema italiani e stranieri, giornalisti,  dai 18 anni in su, una commissione nazionale ed estere sceglieranno i lavori migliori che faranno parte di una raccolta o più raccolte in base al numero dei partecipanti.

DESTINATARI

Tutti i poeti, scrittori, artisti, musicisti, attori di teatro e cinema, giornalisti del mondo di tutte le età.

 

REFERENTI DEL PROGETTO.

CARLO ALBERTO AUGIERI

GOFFREDO PALMERINI

HAFEZ HAIDAR

MIRIAM HAIDAR

REGINA RESTA

ANTONIETTA VAGLIO

WOJTEK PANKIEWICZ

A cui si potranno aggiungere altri referenti che il comitato organizzatore e responsabile, decide di accogliere nel progetto.

SARANNO REALIZZATE UNA O PIU’ PUBBLICAZIONI IN E-BOOK DEGLI ELABORATI E DELLE FOTO DELLE OPERE D’ARTE SELEZIONATE.

Di fronte alle guerre e al terrorismo che continuano a dettare le leggi del Mondo.

Di fronte alla fragilità e alle disparità del nostro sistema di crescita.

A tutte queste negatività rispondiamo tutti insieme

Dall’Italia AL MONDO INTERO

La Catena della Pace con la poesia, l’arte, la musica e il teatro, è fatta di colori, di gioia, di entusiasmo, di voglia di vivere in pace e in armonia con gli uomini e la natura!

E’ fatta di solidarietà e stare insieme a tutti coloro che soffrono, perché l’unione fa la forza! C’è bisogno di una presa di coscienza, assunzione di responsabilità in materia di pace, se rassereniamo le menti, costruiamo la pace con tutte le genti, evitando la violenza nei rapporti col prossimo,  eliminando le  inutilità  del  consumismo ed educandoci  a respingere  messaggi apparentemente  innocui  che  esaltano le ragioni del più forte, il successo del più bravo, il prevalere del più dritto.

COORDINATORI DEL PREMIO “LA VOCE DEI POETI” 

Alessio Fascista

Antonietta Vaglio

Giancarlo Danieli

Mirjam Haider

 

 

COLLABORANO:

 

Aida Abdullaeva

Antonia Tsitsi

Carlo Roberto Sciascia

Donatella Coppola

George Onsy

Hebe Muñoz

Lilian Rita Callegari

Milisav Milenkovic

Mirjana Dobrilla

Nadia Celi

Rosa Tomasone

Sergio Camellini

Slavica Pejovic

Wojtek Pankiewicz

RESPONSABILE UFFICIO STAMPA

Goffredo Palmerini

SEGRETERIA

Giancarlo Danieli

Guido Vaglio

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *