LASCIATEMI SOGNARE UN MONDO MIGLIORE!!! – Yuleisy Cruz Lezcano

LASCIATEMI SOGNARE UN MONDO MIGLIORE!!!

All’origine della coscienza di gruppo e collettività civile certi uomini hanno sognato che tutti gli uomini maturassero al punto da essere dotati di un atteggiamento morale universale e da un codice etico e valoriale unico e più umano.
L’idea del codice etico e morale dovette così la propria forza psicologica originaria al legame con la religione. Poi però, la connessione fra valori etici e morali e religione, così stretta, è stata davvero fatale, perchè dalla religione monoteistica si passò a forme differenti di religioni, a seconda i vari popoli e gruppi. Benchè le differenze non fossero in alcun modo sostanziali, furono tuttavia avvertite presto con maggiore forza rispetto a gli elementi essenziali comuni. E fu così che la pratica della religione giustificò inimicizia e conflitti, anzichè vincolare tutti gli uomini all’idea morale ed etica di valori universalmente condivisi. Poi sopravvenne lo sviluppo delle scienze naturali, con la loro vasta influenza sul pensiero e sulla vita pratica, a indebolire il sentimento religioso dei popoli nei tempi moderni. Credete che sia stato un bene? Invece no! Questo passaggio psicologico ha provocato un ulteriore indebolimeto dei principi morali ed è stato una delle principali cause dell’imbarbarimento dei modi di fare politica nel nostro tempo. Ora tutto è dominato dal culto dell’efficienza, del successo e della lotta economica spietata, anzichè dal valore delle cose e della dignità umana.
Ci vogliono altri sognatori che riescano a cogliere e trasmettere l’opportunità di servire con gioia la causa di una vita migliore, sognatori che non ricorrano all’intimazione e a una cultura della rinuncia, ma piuttosto si concentrino sull’altruistico interesse di migliorare la sorte di tutti gli uomini.

Non è un desiderio irrealizzabile, basta inserire una goccia di eccellenza nell’uomo che vogliamo allevare per renderlo degno d’essere “uomo” e non “bestia ammalata”, con valori sbagliati e una stirpe infangata d’istinti miserabili e sete di prepotenza.

Y. C. L.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *