Libero verso – Marisa Cossu

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Libero verso

Libero verso,
dove fermo un punto
posa il respiro e la pausa scende
tra parole non scritte,
né annotate sull’arioso spartito
d’ un insolito canto;
e la conta insegue sillabe nuove,
ritmi disposti solo nell’animo:
non so che cosa sia, da quale luogo
risuoni fortemente
l’ armonia vaga , come muova da me
l’irrefrenabile fiume di segni
che pretende il mio dire,
si veste d’infinito,
scava nell’odio e nella festa
e, infine, con me giace
per riposare nell’incerto mito
del mio stolto sentire.
Marisa Cossu

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *