QUANDO FINIRANNO LE VIOLENZE SULLE DONNE? – SERGIO GARBELLINI

Le donne sono figlie di un Dio Minore? … (di Sergio Garbellini)

Risultati immagini per violenza sulle donne

QUANDO FINIRANNO LE VIOLENZE SULLE DONNE ???

Il medico le disse: “Signorina,
mi sta facendo perder la pazienza !
Se devo controllarle la vagina
si spogli senza alcuna diffidenza !

Siam dentro ad una stanza d’ospedale
e sono il ginecologo di turno,
paura di una visita fiscale?
In genere son molto taciturno,

stavolta, invece, parlerò da padre,
perché sei tanto giovane e atterrita !
Però non vedo accanto a te tua madre !
Sei stata violentata e sei fuggita?”

La ragazzetta cominciò a frignare
e disse con la voce tremolante:
“Nessuno mi ha voluto accompagnare
e m’han lasciato a terra agonizzante !

Soltanto una signora, è qui di fuori,
m’ha visto e m’ha portato all’ospedale.
Dei quattro amici, i miei violentatori,
tre m’han stuprata in modo criminale

e il quarto riprendeva al cellulare
le scene relative alla violenza.
Son loro che m’han fatto ingurgitare
un cocktail con notevole insistenza.

Con un’amica stavo in discoteca
soltanto per ballare in comitiva,
appena che ho bevuto la ‘ciofeca’
sentivo la mia testa che partiva,

poi, m’hanno trascinato al gabinetto,
in due mi trattenevano le braccia,
il terzo mi stuprava in modo abietto
nel mentre io … gli sputavo in faccia !

Si sono avvicendati in quell’orrendo
supplizio vile e completato il sesso
si sono allontanati sorridendo
felici dell’ignobile successo !

… E son fuggita fuori dal locale
col sangue e con il cuore disperato …
la donna m’ha intravisto, stavo male
ha subito capito e m’ha aiutato !”

Le lacrime rigavano la faccia
e la disperazione era palese.
Il medico la strinse tra le braccia
e disse, con un tono assai cortese:

“Distenditi, ma senza aver paura,
dovrò certificare la violenza
subita nell’orribile avventura,
perciò in questa dura contingenza

ti faccio sostener dall’assistente”
Entrò una dottoressa assai gentile
e la ragazza si mostrò ubbidiente.
Il medico operò con grande stile,

poi prese un foglio ed annotò il referto,
al termine chiamò la polizia
per fare una denuncia a cuore aperto
e incriminar quell’orrida angheria

dicendo: “Vuoi chiamare i genitori?”
La giovane rispose: “Son divisi
e vivono coi loro nuovi amori,
non gli interessa se io sono in crisi !

Io vivo con mia zia ch’è pensionata,
le faccio da badante e mi sostiene,
mi paga anche gli studi, è affezionata,
è sola e mi ha voluto sempre bene !”

Il medico capì la situazione
e disse: “Tu hai gli anni di mia figlia,
ti trovi in questa triste condizione,
perché alle spalle … manca la famiglia !”
.
SERGIO GARBELLINI
.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *