Santa Maria dell’Orto – Il complesso architettonico trasteverino

 

Santa Maria dell’Orto – Il complesso architettonico trasteverino

Presentazione a Roma il 18 novembre, ore 16:30, Biblioteca delle Arti in via San Michele 22

ROMA – I trasteverini sono, sin dai tempi più antichi, una enclave a Roma. Ponte Sisto che li collega alla città era considerato da molti l’ingresso in un territorio “straniero”. La popolazione ha sempre avuto radici popolane, costituita com’era da piccoli commercianti e artigiani che professavano una fede spontanea e generosa.

Le Universitas del commercio e dell’artigianato agli inizi del Rinascimento concretizzarono la loro religiosità in una basilica mariana, Santa Maria dell’Orto, usando da antesignani quello che oggi si chiama crowdfunding: sensali ripali, molinari e garzoni, pizzicaroli, ortolani, fruttaroli e limonari, vermicellari, pollaroli, scarpinelli unirono al culto anche più mondane sfide fra chi delle loro corporazioni offriva le opere decorative più fastose.

Di questa gara resta ai giorni nostri testimonianza nel prezioso santuario che viene studiato per la prima volta in maniera scientifica, grazie alla “dei Merangoli Editrice”, nel volume intitolato: “Santa Maria dell’Orto. Il complesso architettonico trasteverino”, con i saggi di 18 fra docenti universitari, architetti, archeologi, storici dell’arte, coordinati da Williams Troiano e Michele Funghi.

Il libro si snoda in un viaggio approfondito nel complesso monumentale e, nelle sue 640 pagine, rappresenta la prima opera omnia su questo luogo così importante per la spiritualità trasteverina. Dalle opere del Baglione al rosone absidale che ricorda l’Arcimboldo, dai marmi preziosi alla progettazione del Vignola, Santa Maria dell’Orto è piena di sorprese, compresa la prima rappresentazione lignea di un tacchino, pochi decenni dopo la scoperta dell’America.

Il volume sarà presentato al pubblico a Roma, venerdì 18 novembre, alle ore 16:30, nella Biblioteca della Arti del Complesso monumentale di San Michele a Ripa Grande, in via di San Michele 22, con il seguente programma.

Introdurranno

Claudia Bisceglia, direttore editoriale “dei Merangoli”

Domenico Rotella, camerlengo della Venerabile Arciconfraternita di Santa Maria dell’Orto

 

Interverranno

Giovanna Capitelli, professore di Storia dell’arte moderna, UNICAL

Rosario Giuffrè, professore emerito di Tecnologia dell’architettura

Carlo Martigli, scrittore

Claudio Strinati, storico dell’arte e divulgatore

 

Modererà

l’Ambasciatore Umberto Vattani

 

Parteciperanno i curatori e i coautori del volume. Alla chiusura dei lavori, seguirà una visita guidata riservata al Complesso monumentale di Santa Maria dell’Orto.

 

Saremmo lieti dell’intervento della Sua Testata

 

Per informazioni: Annamaria Barbato Ricci – 393/9726276

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *