Sii limpidezza di cielo, Uomo – Raymonde Simone Ferrier

Sii limpidezza di cielo, Uomo

Scrollati di dosso ogni nuvola nera
ogni temporale, ogni bufera,
ogni sofferente limite mentale
e, Ama, senza porti infecondi quesiti
il tuo prossimo, in modo trascendentale.
Uomo, scrollati di dosso il deleterio:
il tuo timore di non saper amare
e del pensiero che l’amore non esiste, il delirio.
Lascia andare l’idea creduta faceta
che dell’amare sussista il solo dilemma
la titubante migrazione senza meta
di un ermetico trasporto,
il pauroso inane traslare
intorno ad un ignoto pianeta;
di un intero romanzo il casuale lemma;
di un’intera vita il dolceamaro miraggio,
la gentile-amara illusione, il vano desiderio,
la sola egoistica preghiera.
Uomo, non è così. Convinciti.
Al suo empatico universale culto convertiti.
Ogni sua forma non è mai uno sbagliare.
Ogni sua vaga sagoma è sacra.
Ogni sua gradazione di colore, di sapore,
se sincera, è ala, promessa di volo vero.
Ogni suo giubilare, ogni suo dolore
è pienezza divina illuminante.
Ė un individuale unico tondo Dare
che del potere e del possesso si fa beffa.
Sì, Amare è uno spaziale partire alla scoperta,
mai uno scontato approdare.
Uomo, abdica di quel tuo nefasto pensiero,
tieni chiusa sotto chiave, sotto terra
la sua appuntita grondante ombra
e prodiga Cuore senza mai rallentare,
senza timore di non amare troppo o abbastanza
o di dover sprofondare nell’abisso di una stanza.
Più in giù dell’offesa a Dio
del disamore di sé, un figlio
non può andare.
Abbi fede, credi in te,
prendi di quel tuo chiarore il timone
e protenditi corpo e anima
verso ogni fiducioso pallore d’alba.
Uomo, sii tu stesso sereno chiaro albeggiare.
L’Amore esiste, e tu lo puoi provare.
Sei Cielo, provatelo, ora.
R.S.F.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *