SULLE SILLABE DEL TEMPO – Maria Cau

SULLE SILLABE DEL TEMPO

Stanca del mio tormento
che diventa storia nei tristi
risvolti della mia vita.
Non mi arrendo, anche se
il buio ruba i miei sogni e
chiude per me tutte le imposte.
Nelle pupille ho impresso il tuo profilo
per non dimenticare ciò ch’è stato.
Non ti perderò nel silenzio eterno
dove tutto riposa quando un
finisce l’amore.
Certi eventi dividono gli affetti
altri lo rendono indissolubile.
Semplice non sarà scordare la
tua presenza, avverto ancora i
tuoi silenzi intorno a me.
Accumulo tristezza e, con gli errori
ho tatuato il cuore, a ritroso
ripercorro quel cammino e quel
filo che chiamano destino.
Lentamente sfoglio pagine di vita
con lo sguardo affossato nel passato,
mentre i pensieri scaltri premonitori
intuivano i risvolti del domani.
Nelle mie arterie scorre quel
tormento antico, scritto da sempre
sulle sillabe del tempo.

Maria Cau
D.R.L633/1941

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *