TARGA DI GRAN MERITO ALL’IMPRENDITORE ANTONIO QUARTA DA PARTE DI VERBUMLANDIART E VALORI E RINNOVAMENTO

Con il patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Lecce, dei Comuni di Lecce, Gallipoli, Galatone, e dell’Ambasciata dell’Ecuador di Milano, il 20 dicembre alle ore 18.30, a Lecce, presso le Officine Cantelmo, si è svolta la cerimonia di premiazione del Premio Internazionale “La Voce dei Poeti” che si inserisce nel progetto “In piedi costruttori di Pace”, ispirato ad una delle profetiche frasi di don Tonino Bello, viatico alla costruzione della “CATENA DELLA PACE”, organizzato dalle associazioni VerbumlandiArt di Galatone e Valori e Rinnovamento di Lecce. Nell’occasione sono state consegnate tre targhe di gran merito a personalità italiane e straniere distintesi in vari campi. All’imprenditore leccese Antonio Quarta, è stato conferito questo prestigioso riconoscimento per il suo impegno a favore dell’arte, della cultura, dell’ambiente e dell’innovazione tecnologica aziendale. Il dott. Quarta non potette ritirare il premio, poichè si trovava all’estero per motivi di lavoro. Stamattina , presso l’Azienda Quarta Caffè, la targa di gran merito gli è stata consegnata dalla presidente di VerbumlandiArt, Regina Resta, col segretario Guido Vaglio, e dal presidente di Valori e Rinnovamento, Wojtek Pankiewicz.

Quarta Caffè, il caffè tipico del Salento.
Nata negli anni Cinquanta come piccola torrefazione artigianale su iniziativa del Cav. Gaetano Quarta, insignito il 2 giugno 1995 del titolo di Cavaliere del lavoro, Quarta Caffè è un’azienda simbolo del Salento, che negli anni ha saputo ampliare la gamma dei prodotti offerti, per soddisfare le più eterogenee richieste dei consumatori.
Nel 1988 la veste giuridica si trasforma da società in nome collettivo a società per azioni e, l’anno successivo, realizza una fusione per incorporazione di due storiche aziende di torrefazione del Salento: nel 1992 Moka/2 Srl di Brindisi e nel 2006 Mokaffè Srl di Cavallino.
Dal 1989 “Quarta Caffè” fa parte del Consorzio Grancaffè.
L’azienda detiene anche partecipazioni in imprese controllate e collegate: nel dettaglio, il 95,53% del capitale sociale della controllata Emme Tourist Srl di Corigliano d’Otranto e il 30,25% della società collegata Caffè Ninfole Spa, con sede in San Giorgio Jonico (Taranto).
Dal 2003 la conduzione della Quarta Caffè Spa passa dal fondatore, Gaetano Quarta al figlio Antonio, che spinge l’acceleratore sulla vision originaria del “portare la qualità in una tazzina”, anche con azioni nel campo della sostenibilità sociale ed ambientale. L’Azienda rafforza infatti la sua spiccata attitudine alla salvaguardia dell’ambiente con la produzione di energia alternativa grazie alla realizzazione di un grande parco fotovoltaico e di una torre eolica nel proprio stabilimento sito nella zona industriale di Lecce.
Accanto a lui la sorella Fabiana, che si occupa del controllo qualità delle materie prime. Gli altri componenti la famiglia (Elsa, moglie del fondatore e le altre figlie, Ornella, Carla e Anna Chiara) partecipano alla vita aziendale in qualità di soci.
Ruolo di spicco è ricoperto dai figli Gaetano Quarta (procuratore generale) e Edoardo Quarta (direttore ricerca & sviluppo).

Quarta Caffè fu fondata come piccola torrefazione artigianale negli anni Cinquanta su iniziativa del Cav. Gaetano Quarta, il quale con una piccola torrefazione di tipo artigianale, un bar di degustazione nel cuore della città, il caffè Avio, poche decine di clienti affezionati e la costante attenzione alla qualità del prodotto, è stato considerato uno dei pionieri dell’industria salentina, tanto da essere insignito il 2 giugno 1995 del titolo di Cavaliere del lavoro.
Ben presto quel piccolo bar in centro, il caffè Avio, diviene il punto di ritrovo di tutti gli estimatori del caffè artigianale e fresco, di qualità.
L’azienda inizia così ad ampliare la gamma dei prodotti offerti, per soddisfare le più eterogenee richieste dei consumatori.
Nel 1988 la veste giuridica si trasforma da società in nome collettivo a società per azioni e, l’anno successivo, realizza una fusione per incorporazione di due storiche aziende di torrefazione del Salento: nel 1992 Moka/2 Srl di Brindisi e nel 2006 Mokaffè Srl di Cavallino.

Inventore del caffè in ghiaccio

Quarta Caffè

Il mito del caffè in ghiaccio nasce nei primi anni Cinquanta a Lecce, il capoluogo del Salento, da un’idea di Antonio Quarta, nonno dell’attuale amministratore unico della Quarta Caffè Spa, che all’epoca era un intraprendente e giovane commerciante di bibite gasate, di blocchi di ghiaccio per i refrigeratori di macellerie, pescherie e bar dell’epoca, nonché torrefattore di piccoli quantitativi di caffè.
Antonio Quarta, assieme a suo figlio Gaetano (il compianto don Nino, Cavaliere del Lavoro e fondatore dell’Azienda) ebbe l’intuizione di aprire un piccolo chiosco non solo per la vendita di bibite gelate, ma anche di un caffè espresso appena tostato e servito in un bicchiere colmo di cubetti di ghiaccio. Lo zucchero, se richiesto, andava aggiunto rigorosamente prima di versare il caffè caldo sul ghiaccio. Nel corso dei decenni il Caffè Quarta in ghiaccio è stato adottato ovunque in Puglia, anche nelle famiglie, e numerose sono le varianti di successo, come quella di sostituire il latte di mandorla allo zucchero.

Produttore di caffè

Quarta Caffè

Nello stabilimento informatizzato di “Quarta Caffè” ogni anno 70mila sacchi di caffè verde diventano miscele dal gusto inconfondibile. L’esperienza e la ricerca appassionata della perfezione, perseguita dai Maestri Torrefattori Quarta Caffè si esprime attraverso la tostatura separata delle diverse varietà di caffè verde. I caffè perfettamente tostati, si uniscono così in un vasto assortimento di miscele dal gusto impareggiabile, la fusione perfetta delle migliori qualità di caffè. I prodotti di punta dell’azienda sono “Quarta Caffè”, “Mokaffè”, “Decaffeinato Sereno”, distribuiti anche in Grecia, Svizzera, Belgio, Germania, Albania e Singapore.

ANTONIO QUARTA

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *