Un Trionfo Made in Italy a Tashkent – Franco Mancinelli

Un Trionfo Made in Italy a Tashkent

GRANDE SUCCESSO A TASHKENT CAPITALE DELL’UZBEKISTAN PER IL PRIMO FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLE ARTI DECORATIVE ED APPLICATE 2017
Dal 6 all’11 di novembre si è svolto nella capitale dell’Uzbekistan, a Taskent, il I Festival Arti Decorative e Arti Applicate, organizzato dall’Accademia d’Arte, con la partecipazione dei Ministeri della Cultura, degli Esteri, dei Traporti, della Salute e l’ambasciata a Roma. Vi hanno preso parte 70 artisti di 11 nazioni, 11 provenienti dall’Italia, tra i quali Daniela Gilardoni, artista del vetro e Adriana Monaco, costumista. Numerosissimi sono stati i visitatori in tutti i giorni dell’apertura. La manifestazione comprendeva un ricco calendario di eventi. La partecipazione italiana fa parte del progetto Angeli ideato e organizzato da Aida Abdullaeva ed ha registrato un notevole successo: la costumista Adriana Monaco è stata presente con costumi storici dal medioevo agli inizi Novecento, particolare successo di pubblico e di critica ha ottenuto il costume di Cenerentola realizzato con 50 metri di tessuto in organza azzurro e completato con 500 rose realizzate completamente a mano; nello stesso ambito sono stati esposti tre costumi della costumista Catia Mancini; Daniela Gilardoni ha esposto lavori con quadri in vetro e nuove tecniche sulle quali esperimenta da anni e la rende unica in questa ricerca; nel campo del vetro erano esposti anche i vasi floreali di Sabrina Golin; nel settore della seta, con foulard, erano presenti lavori artistici di Davide Cristofaro, Paola Zannone e Miguel Angelo Acosta Lara che hanno suscitato in tutti un grande interesse; per la ceramica sono stati presentati i lavori di Rubboli Arte e Vecchia Gualdo di Fiorella Mariotti provenienti da Gualdo Tadino; nel campo del legno sono stati esposti i lavori di Gianfranco Ghibelli; di Fano è stata presente Arte Moda con quattro abiti da sera realizzati dagli allievi della scuola; questa presenza si era già fatta notare al festival d’Arte e Amicizia Italia – Uzbekistan a Pesaro nel 2016.
Il festival si è concluso con una grande serata di gala in cui si sono celebrati i venti anni dell’Accademia con assegnazioni di premi e diplomi ai partecipanti e nella quale Aida Abdullaeva ha consegnato i l premio Angeli al presidente dell’Accademia di Belle arti, Akmal Nur per il contributo dato al legame di amicizia e agli scambi dell’arte e della cultura tra Italia e Uzbekistan. Aida Abdullaeva ha espresso la sua soddisfazione per la presenza italiana e per tutta la manifestazione che sarà ripresa tra due anni con cadenza biennale e per la quale sta già lavorando per dare all’Italia e agli artisti italiani la possibilità di conoscere questa nuova realtà di Taskent e dell’Uzbekistan in grande crescita. Viva l’Arte, viva la vita.
Franco Mancinelli

Invito

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *