Una come me. . .Teresa Esposito

Una come me. . .

Una come me
dona la sua vita
fino all’ultima goccia,
più di una volta
senza chiedere il conto.
Una come me non ama
solo certe volte, ma una sola volta.
Vuole l’amore
eterno
indissolubile
irripetibile
Una come me
è guida e meta per la sua specie
a costo di restare a piedi,
scalza
nuda
sulle pietre roventi del deserto.
Una come me
è un punto esclamativo
in un’epoca che non sente più sua
tornare indietro non può:
il tempo è testimone chiave
di un passato ormai passato.
Una come me
è felice quando si dona
senza chiedere nulla in cambio,
pur di spazzar via la tristezza
dagli occhi dei dolenti, dei bambini. . .
Una come me
cammina sospesa nel tempo,
assapora ogni piccolo
e capillare momento.
Pensa che la vita sia stata generosa,
e non bisogna sciupare
neanche un centesimo di esistenza.
Una come me
è come roccia
Il dolore è anch’esso un dono
ti rende forte
ti fa apprezzare le piccole cose,
anche quelle che ti sembrano irrilevanti.
Una come me
parla con Dio,
lo interroga sul senso della vita,
sulla tanta sofferenza ingiusta
e sul perché l’erba cattiva non debba morire mai.
Una come me
crede nel rispetto,
nella giustizia umana e divina
e negli stessi valori di quando lei era bambina,
e ascoltava le storie della Befana
e le fiabe di Principi, Re e Regine.
Una come me. . .
Teresa Esposito

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *