Vorrei possedere una finestra…Loredana Mariniello

L'immagine può contenere: spazio all'aperto

Vorrei possedere una finestra

con ampia veduta

sull’ esteso promontorio

di una futura vita,

ignota mi è la strada

verso una gioia

appena abbozzata

e mentre da una balaustrata di ponente,

guardo oscurarsi il cielo

e il sole, lentamente, declinare,

e cedere il proprio dominio

ad un tramonto nuovo,

in versi mi ritrovo

a tentar di esprimere

l’inesprimibile oppressione

che mese dopo mese,

giorno dopo giorno,

ora dopo ora

in cuor mio provo.

Addosso porto l’ immacolato abito dell’amore,

ma, ormai, mi è incolore ogni pensiero,

divorzio da un beffardo sogno passeggero,

annegano i miei occhi in un mare d’oro nero

e troppo lungamente sosto in un tunnel buio,

baratterei erari pur di vedermi libera

da quest’astruso esilio,

l’intento non sublima questo mio losco asilo,

non basta un semplice e composto ausilio

ed un’esosa , mirifica parola

non manda l’anima mia in visibilio,

l’idillio non lo trovo in quest’isolata enclave,

immobile, non mi muovo e muoio al freddo gelo

di una neve che cade coprendo

di fiocchi lievi il mio destino

Come procederò nel mio sentiero,

se passo dopo passo

di nostalgia mi avveleno il cammino ?

Inappagata è la smania di un diletto lontano,

almeno tu tendimi la mano

intanto che tento il volo,

che questo cuore è fragile

non brama sentirsi solo e insicuro !

Scioglilo con un bacio

questo nodo che mi blocca il respiro,

spalancami le porte del tuo domicilio,

dona confortante ristoro ad un infausto delirio

e oniriche visioni a questo sguardo puro,

portami all’apogeo di un progetto duraturo

che questo convulso monologo

non resti inascoltato e proferito invano,

tirami fuori da quest’ interminabile inverno strano !

( UN INTERMINABILE INVERNO )

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *