La bellezza sappiamo cos’è?  di Roberto Rossi

 

Se ne parla spesso e spesso è raffigurata in giornali e riviste, sfilate ed altro. Ma la bellezza che intendo è qualcosa di diverso da ciò che nel nostro caotico tempo è spesso considerata. Spesso diventata fattore puramente estetico e spesso, purtroppo, mercificata. Eppure la bellezza ci può portare ad emozioni che coinvolgono tutto ciò che noi siamo. Lasciando da parte l’arte che ne è la sua dea, la bellezza ha una sua unicità e guarda caso in essa viviamo poco o tanto consapevoli. Questa bellezza è la nostra Terra, il suo ambiente, i suoi esseri viventi, la sua geologia, i suoi umori violenti. Non c’è nulla di paragonabile in tutto l’universo conosciuto ed ipotizzato e nel quale noi ne siamo avvolti in dimensioni a noi incomprensibili. Infatti noi, umani, siamo della dimensione della polvere nell’infinità dell’universo. È una bellezza di cui facciamo parte ma, da folli di questa bellezza non ce ne frega nulla visto come stiamo riducendo tutto il pianeta. Per non dimenticare poi, il fattore delle guerre che da millenni ci “divertiamo” a fare in continuazione. In questo tempo ci sono più di duecento guerre in atto. Poche? Tante? Ve ne fosse anche una sola, sarebbe troppo. E queste guerre con le armi attuali oltre a distruggere contaminano la nostra bellezza anche con le radiazioni di cui molte armi sono composte. Pura follia. Questa bellezza la stiamo violentando, sporcando, avvelenando, come se avessimo altri pianeti simili da andare abitarci una volta distrutto questo. Bellezza, è la nostra presenza come specie intelligente (?); bellezza è scoprire le varie etnie con le loro diversità culturali, artistiche, di credo, di idee; bellezza è la nostra stessa unicità come viventi; bellezza è osservare senza invadenza le meraviglie della natura essendo noi ospiti e non padroni. Quello che ancora non abbiamo compreso nella nostra paranoica arroganza, che di pianeti come la nostra Terra, non ce ne sono alla nostra portata. Quando capiremo questo? Quando capiremo che continuare a scannarci con infinite guerre a nulla serve se non a perpetuare sofferenze, lutti e la stolta illusione di credere che nella guerra ci sia un vincitore. In questo pianeta ci vive una sola razza, quella umana alla quale appartengono tutte le persone. Questa è già bellezza. E quindi se di bellezza parliamo ed a vere unicità apparteniamo, perché non ne siamo umilmente orgogliosi di tutta questa bellezza e di darsi una mossa affinché la salviamo, la conserviamo, la difendiamo e la consegniamo alle future generazioni come il più bel regalo possibile? La Bellezza c’è, esiste, ma se non la vediamo è perché siamo ciechi mentalmente zavorrati di confini e confini e confini, tutti inutili, perché il vero e unico confine è la nostra Terra: unica e speciale. Qualcuno senz’altro penserà che tutto questo sia inutile, che questo pensare sia inutile, ma se insistiamo su questa strada sappiamo dove andremo a finire anche se c’è chi se ne frega e della bellezza, nel suo mondo egoistico e fobico, di sicuro non c’è traccia. La bellezza l’abbiamo intorno a noi ed è la vita su questa unicità di Terra, la nostra vera casa.

Testo e dipinti di Roberto Rossi

Pittore, poeta, scrittore

Dipinto solo con uno straccio su cartoncino nero, acrilico, cm 50 x 70, anno 2006

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *