“La Violenza declinata” di Anna Silvia Angelini


Presidente provinciale AIDE Nettuno associazione indipendente donne europee associazione di promozione sociale no profit. Direttore artistico con delega alle pubbliche Relazioni presso il poloespositivo “Juana romani” comune di Velletri Organizzatore di eventi.
Direttore artistico Premio Donna D’Autore.

Questo libro è dedicato alle tante “donne che non possono più vedere, sentire, parlare a causa delle violenze subite dentro le mura domestiche dai loro compagni” E’ un invito al lettore tecnico o semplicemente curioso, viene accompagnato ad attraversare i vari capitoli , passando dalla “nascita di una svolta” e cioè il perche nasce lo sportello “Uscita Di Sicurezza” per poi entrare nel vivo del libro con storie di violenza declinata relazionate dalla voce delle donne che l’hanno vissuta. Dopo essersi inoltrato nell’argomento, il lettore può continuare il suo viaggio attraverso la realtà dei fatti per trovare soluzioni e approfondimenti , partendo sin dalla relazione tra delitto d’onore e femminicidio. Viene a questo punto da chiedersi : quali sono i bisogni pratici delle donne che vengono a chiedere aiuto ad uno sportello? Cosa serve per dare un aiuto concreto?

Dal capitolo 4 la violenza declinata viene osservata da diversi esperti : una criminologa, una counselor un’avvocato e un istruttore di Difesa Personale permettono al lettore di approfondire la conoscenza dei campanelli d’allarme della violenza, dell’itinerario delicato dell’accoglienza allo sportello, dell’assistenza e difesa legale per le donne vittime di violenza, fino ad arrivare ai nuovi concetti della difesa personale. Il prodotto finale risulta essere lo” sportello affidabile “: una sicurezza per le donne che vogliono cambiare la loro condizione. E con questa risorsa che il libro si conclude grazie alle le voci di altri collaboratori che ogni giorno, sul campo, affrontano la realtà di questo fenomeno. viene osservata da diversi esperti : una criminologa, una counselor un’avvocato e un istruttore di Difesa Personale permettono al lettore di approfondire la conoscenza dei campanelli d’allarme della violenza, dell’itinerario delicato dell’accoglienza allo sportello, dell’assistenza e difesa legale per le donne vittime di violenza, fino ad arrivare ai nuovi concetti della difesa personale. Il prodotto finale risulta essere lo” sportello affidabile “: una sicurezza per le donne che vogliono cambiare la loro condizione. E con questa risorsa che il libro si conclude grazie alle le voci di altri collaboratori che ogni giorno, sul campo, affrontano la realtà di questo fenomeno.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *