SVENTOLA  LA  BANDIERA  ( NERA)  DELL’ ODIO SE  IL  NEMICO  È  DENTRO  DI  NOI – ROBERTO ROSSI

SVENTOLA  LA  BANDIERA  ( NERA)  DELL’ ODIO

SE  IL  NEMICO  È  DENTRO  DI  NOI

Quando un paese dimentica la propria storia, e crede che dimenticarla o ignorarla possa avere un futuro illuminato, quel paese è socialmente morto. Quando un paese rinnega la storia patria fondata sulla liberazione contro il nazi-fascismo e sulla Costituzione da essa proveniente, quel paese è morto nell’anima.

L’attuale periodo contrassegnato da migrazioni planetarie e purtroppo contrassegnato dal rifiuto per la fobica paura instillata verso i migranti, considerati portatori dei più nefasti messaggi e dall’odio esteso a sistema, ci si ri-trova in una situazione fortemente critica e simile al passato. Se poi ci sono i “soliti” politicanti che per aver consenso facile falsano la realtà focalizzando l’attenzione sull’esclusione, sull’odio, sul razzismo, cancellando di fatto diritti umani, valori condivisi e democratici, significa che abbiamo perso su tutta la linea il valore d’essere noi tutti umani ed aver creato nella mente un pericoloso deserto neurale.

In Europa è in atto un pericoloso ritorno al passato.

Il mio paese, l’Italia, si sta vestendo di nero, di oscurità, di odio, di razzismo, di paura. Ma l’Italia non è la sola in questa deriva, la fila di queste nazioni si sta allungando pericolosamente, dimenticando a cosa ci può portare tutto questo, come i nazionalismi che rischiano di ri-portarci ai tempi in cui tutti erano contro tutti. Forse abbiamo dimenticato? Ci siamo stancati della pace conquistata? L’ignoranza, cioè l’ignorare ciò che è stato non porta niente di buono ma tutto di peggio. Il negazionismo non è da meno. Non è passato molto tempo dalla fine delle due folli guerre mondiali e forse sarebbe bene capire e conoscere com’era quel mondo ed allora si potrebbe comprendere dove stiamo pericolosamente andando a cozzare. Un vento di odio soffia in Europa, in America ed altre parti del mondo. Questo sembra aver cancellato ciò che di buono si aveva faticosamente  conquistato su valori e diritti. Io ne sono preoccupato, perché sono nato nella pace e credo nella pace e nei valori condivisi tra persone e sono convinto che i folli pifferai in transito in questo tempo, sono figure maledette che ci stanno trascinando nel baratro oscuro già vissuto dal mondo in folli e terribili guerre. Veri mattatoi. Tutto questo per un fasullo quanto idolatrato consenso. Forse il vero nemico è dentro di noi, laddove la mancanza di cultura e rispetto verso l’altro, ci porta ad una idiota paura zavorrata dalla paranoia dello straniero per rinchiuderci dentro i propri confini diventando tante gabbie come un immenso zoo di tribù di paranoici. Più cultura, più conoscenza, più consapevolezza del valore di essere tutti noi, persone tra le persone, umani tra umani. Forse un nuovo illuminismo? Forse non sarebbe male e di sicuro farebbe del bene.

Testo di Roberto Rossi

Pittore, poeta, scrittore.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MAI  SUDDITO  MAI  SERVO

Se io fossi

qualcos’altro

perché altri

vorrebbero fossi

io non sarei

ciò che sono.

Son certo

d’essere

ciò che sono

in dignità e pensiero

mai sarò

ciò che altri vorrebbero

io fossi.

Sono persona

e libero

in pensiero

perciò

mai suddito e genuflesso

come altri vorrebbero

fossi.

Certo sono

d’essere io

cittadino

e mai servo.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *