Articoli

“Festival dei bambini dell’Arte, dell’Amicizie e della Pace 2018” e la mostra fotografica a titolo “Favolosa metropolitana di Tashkent”

Invito al Festival dei bambini

“Festival dei bambini dell’Arte, dell’Amicizie e della Pace 2018” e la mostra fotografica a titolo “Favolosa metropolitana di Tashkent”
Lunedì 23 aprile alle ore 11, nella sala Rossa del Comune è in programma una conferenza stampa per la presentazione del “Festival dei bambini dell’Arte, dell’Amicizie e della Pace 2018” e la mostra fotografica dal titolo “Favolosa metropolitana di Tashkent” interverranno l’assessore alla Bellezza Daniele Vimini, Associazione VerbumlandiArt, rappresentante dell’Ambasciata dell’Uzbekistan e la pittrice Aida Abdullaeva.

L’inaugurazione 25 aprile alle ore 16.00 a Pesaro, nel Salone del PALAZZO GRADARI, via Gioachino Rossini 24 (il comune di Pesaro)
Organizzano il Festival, l’Associazione culturale “VERBUMLANDI-ART” Presidente Regina Resta e la Socia, la pittrice Aida Abdullaeva nel Palazzo Gradari del Comune di Pesaro, per promuovere l’arte, la fotografia, la cultura dell’Uzbekistan e l’amicizia con il popolo italiano. La mostra è dedicata alla Celebrazione del 150esimo anniversario della morte del compositore Gioachino Rossini. Mostra fotografica di Kamil Enikeev con titolo “Favolosa Metropolitana di Tashkent”

e “Ritratti” di fotografa Elvira Kasimova.
Il Festival rientra nelle attività per la valorizzazione dei beni monumentali, storici e delle tradizioni dell’Italia e dell’Uzbekistan.
Promozione dei valori di pace e di amicizia che prevede, attraverso l’ospitalità, lo sviluppo di progetti musicali e culturali per bambini e lo scambio reciproco di esperienze artistiche. La partecipazione dei giovani artisti sarà un’importante occasione nella Celebrazione dei 150 anni dalla morte di Gioachino Rossini. Hanno disegnato a tema il grande musicista “Gioachino Rossini” i 3 ragazzi del liceo artistico dell’Academia Belli Arte dello stato, guidata dal Presidente dell’ Accademia Belli Arte dell’Uzbekistan, Akmal Nur, che vengono direttamente a Pesaro al festival. Altri 3 ragazzi, con i disegni della scuola privata “Sehriyo”, vincitori del concorso nazionale di capitale Tashkent. Partecipano anche i ragazzi con i disegni della Fondazione onlus “Sen yolg’iz emassan” (in traduzione “Non sei da solo”) dell’Uzbekistan fondata nel 2002 per fornire assistenza a 360° ai bambini orfani e bisognosi.
La manifestazione si svolgerà dal 24 – 29 aprile 2018. Ingresso libero
Sotto il Patrocinio: Ambasciata Uzbekistan, Camera di Commercio Italia Uzbekistan, Uzbekistan airway, Accademia delle Belle Arti di Stato dell’Uzbekistan, Comune di Pesaro, Provincia Pesaro Urbino, Fondazione Mazzoleni Onlus. Saranno esposte anche le opere dell’artista digitale Miguel Angel Acosta Lara. Ospiti: la Stilista Fabiana Gabilini con la sua collezione «KINDS Mamma e Figlia», il critico d’arte Carlo Roberto Sciascia, Fondazione Mazzoleni Onlus e tanto altro.
Ringraziamo per la vostra collaborazione.
Cordiali saluti Regina Resta e Aida Abdullaeva

Premio “Angeli” all’Alexander Museum Palace, Pesaro – Venerdì 16 giugno 2017 ore 18:00

 
Il Premio “ANGELI” è stato ideato e curato per amore dell’Arte, dell’eccellenza e della bellezza, col fine di riconoscere meriti e talenti, promuovendo, nei vari campi artistici e della vita stessa, i frutti della passione, dell’ingegno e dell’impegno umano.
Il Premio si inserisce all’interno di una mostra-evento ospitata, a partire dal 16 giugno 2017, nell’affascinante scenario dell’Alexander Museum Palace Hotel di Pesaro.
Si tratta di un evento di importanza unica nel territorio marchigiano, nato grazie alla determinazione e al genio della straordinaria artista Aida Abdullaeva che, con grande vitalità e contagioso entusiasmo, si è prodigata per la realizzazione di un appuntamento ideale sia per ogni amante dell’arte, sia per tutti coloro che sono sensibili ai più importanti temi sociali di oggi e di sempre.
La premiazione che darà il via alla mostra ad essa correlata, si terrà nel suggestivo Hotel, del Conte Alessandro Marcucci Pinoli, dove l’arte si coniuga con l’ospitalità e l’eleganza. La mostra d’arte digitale, fotografia e moda sarà allestita nella nota stanza “Galleria degli Specchi”, in un’atmosfera briosa e regale, colma delle storie che ciascun lavoro artistico potrà trasmettere ai visitatori.
Una location d’eccellenza per opere d’eccellenza. L’Hotel, “perla rara” dell’Adriatico, è un luogo speciale, dove la creatività è di casa e le stanze parlano d’arte: ognuna è decorata da un artista differente, secondo il suo stile e il suo estro.
Sul palco personalità di rilievo nazionale ed internazionale a cui verrà conferito il Premio “Angeli” che esprime formale riconoscimento per la passione riposta e per l’alto livello raggiunto in svariati settori.
Gli ospiti premiati:
Miguel Angel Acosta Lara,
Wilson Santinelli,
Mario Mazzoleni,
Airin Eddie,
Steven Torrisi,
Cristian Raggi,
Sladana Krstic,
Natasha Hart.
Una collettiva di autori ed una esposizione di opere di effetto dove ognuno può confrontarsi con il linguaggio espresso dagli artisti; una mostra da non perdere per chi ama l’Arte digitale, la fotografia e la moda e quanti si vogliono per la prima volta, affacciare a questo meraviglioso mondo che è quello dell’Arte Moderna.
articolo di Melissa Caldari
Venerdì 16 giugno 2017 ore 18:00, Alexander Museum Palace Hotel, Pesaro

PREMIO INTERNAZIONALE DI POESIA E PROSA CITTA’ DEL GALATEO V Edizione – 2017

                                              PREMIO INTERNAZIONALE  DI POESIA E PROSA                                           

CITTA’ DEL GALATEO

V Edizione – 2017

 

Premio insignito della

Medaglia del Presidente della Repubblica

 

organizzato dall’associazione culturale

VERBUMLANDIART

cenacolo internazionale per la creatività espressiva e il dialogo

in collaborazione con il

 

Comune di Galatone (Le)

Movimento Culturale “Valori e Rinnovamento”

e con il patrocinio della Provincia di Lecce e della Regione Puglia

 

LECCE – In occasione delle celebrazioni del 500° Anniversario della morte del grande umanista Antonio de Ferrariis (Galatone, 1444 – Lecce, 1517), detto il Galateo, l’Associazione Culturale VerbumlandiArt, in collaborazione con l’Associazione Culturale “Valori e Rinnovamento”, indice la V Edizione del Premio in suo onore, che si inserisce nel Progetto “La Catena della Pace”. La manifestazione ha il patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Lecce, e dei Comuni di Galatone e Gallipoli. Dopo Giovanni Pontano, è forse il Galateo, come scrisse nel ‘50 Giuseppe Saitta (Il pensiero italiano dell’Umanesimo e del Rinascimento), la personalità più ricca e più complessa dell’Umanesimo meridionale, non senza fremiti prerinascimentali; per la versatilità dei suoi interessi e studi, scientifici, letterari, geografici, storici, filosofici. La scadenza per la presentazione delle opere in concorso è fissata al 30 giugno 2017, come da Regolamento del Premio, la consegna dei Premi ai vincitori è programmata per il 29 settembre 2017. I dettagli dell’evento saranno comunicati successivamente.

Antonio de Ferraris nacque a Galatone (Lecce), donde trasse il nome accademico di Galateo, verso la metà del secolo XV dal notaio Pietro e da Giovanna d’Alessandro. Non si conosce con sicurezza l’anno della nascita, anche se una consolidata tradizione critica, ha costantemente indicato il 1444. Rimasto orfano di padre, ricevette i primi rudimenti del sapere dai frati basiliani di Galatone, completando successivamente gli studi nelle scuole umanistiche di Nardò, in quegli anni il maggiore centro culturale del Salento. Studiò con particolare interesse la letteratura greca e latina, la filosofia antica, la geografia e la medicina. Intorno al 1465 si recò a Napoli, dove approfondì gli studi umanistici e si impratichì nell’arte medica alternando, negli anni successivi, frequenti dimore in Puglia a numerosi viaggi nella capitale partenopea, dove le sue arti mediche erano molto apprezzate alla corte aragonese di Ferdinando I. Nel 1494 muore Ferdinando e dopo breve regno di Alfonso II, tornò nella provincia salentina. A Lecce, insieme con pochi amici, istituì l’Accademia Lupiense. Due anni dopo venne richiamato a Napoli da Federico d’Aragona e vi rimase fino al 1501, quando l’infuriare delle guerre franco-spagnole lo costrinse a tornare in Puglia definitivamente. Nel 1503 si spostò a Bari, ospite della contessa Isabella d’Aragona. Insediatisi stabilmente gli Spagnoli nel Regno di Napoli, tentò di riavvicinarsi agli ambienti reali, divenendo anche assertore del potere temporale dei papi. Tornato nel Salento, rimasto vedovo e avviato ormai verso una serena e laboriosa vecchiaia, portò a compimento gli ultimi scritti. Morì a Lecce il 22 novembre del 1517. (Tratto da Treccani.it – Dizionario Biografico degli Italiani – Volume 33 (1987) – Angelo Romano).

 

 

 

CITTA’ DEL GALATEO  28-29 -2017  V EDIZIONE

FESTIVAL DELL’ARTE E DELLA CULTURA

 

SCADENZA 30 GIUGNO 2017
ASSOCIAZIONE

VERBUMLANDIART

verbumlandiart2@gmail.com

I candidati devono inviare i loro componimenti in formato elettronico (formato word carattere Times New Roman, font 12) con i dati personali: nome, cognome, indirizzo, recapiti telefonici e indirizzo E-mail e la dichiarazione che l’opera è frutto del suo ingegno e autorizza alla pubblicazione riservandosi i diritti d’autore

 

Cell. 338 6341006
SEZIONI A TEMA -ADULTI

 

SEZ.A – POESIA ADULTI

SEZ.B – SAGGIO BREVE

 

A TEMA –  GIOVANI

 

SEZ. C – POESIA GIOVANI (fino a 30anni):

 

  OPERE ISPIRATE AL PENSIERO DEL GRANDE UMANISTA   ANTONIO DE FERRARIIS

 sensibile ai temi della pace, della bellezza, dell’educazione, dell’amore per la sua terra, per le arti e la cultura

 

SEZ. D – POESIA ADULTI

SEZ. E – SILLOGE ADULTI

SEZ. F – RACCONTO ADULTI

SEZ. M – STRANIERI POESIA ADULTI

SEZ. N –  STRANIERI PROSA ADULTI

OPERE ISPIRATE AL PENSIERO DEL GRANDE UMANISTA   ANTONIO DE FERRARIIS

sensibile ai temi della pace, della bellezza, dell’educazione, dell’amore per la sua terra, per le arti e la cultura

 

SEZ. G – POESIA GIOVANI

SEZ. H– SILLOGE GIOVANI

SEZ. I – RACCONTO GIOVANI

SEZ. L– GIOVANISSIMI

SEZ. O – STRANIERI POESIA GIOVANI

SEZ. P–  STRANIERI PROSA GIOVANI

 

  CATEGORIA LIBRI EDITI

 

SEZ. Q – Poesia Edita

SEZ. R–  Narrativa Edita e Saggistica Letteraria

SEZ. S– Narrativa -Poesia horror gotica

 

 

Inviare  tre (3)copie cartacee originali dell’opera (escluse fotocopie), in italiano, edita a partire dal 2010 compreso, una sola copia completa di firma e dati personali e recapiti dell’autore.

VerbumlandiArt,Via r.Vaglio,15 – 73044 Galatone  –LE-

 

     
POESIA Massimo 3 poesie non superiori ciascuna ai 40versi in italiano o in dialetto con traduzione in lingua, completa dei dati personali dell’autore: nome, cognome, indirizzo, recapiti telefonici e indirizzo E-mail. I candidati devono inviare i loro componimenti in formato elettronico (formato word carattere Times New Roman, font 12,) all’indirizzo e-mail verbumlandiart2@gmail.com  
     
SILLOGE  Silloge poetica inedita massimo 10 poesie ognuna non superiore ai 40 versi con titolo, completa dei dati personali dell’autore: nome, cognome, indirizzo, recapiti telefonici e indirizzo E-mail.  I candidati devono inviare i loro componimenti in formato elettronico (formato word carattere Times New Roman, font 12,) all’indirizzo e-mail verbumlandiart2@gmail.com  
     
RACCONTO un (1)racconto di lunghezza non superiore alle le 3 cartelle editoriali (1800 BATTUTE) completo dei dati personali dell’autore: nome, cognome, indirizzo, recapiti telefonici e indirizzo E-mail. I candidati devono inviare i loro componimenti in formato elettronico (formato word carattere Times New Roman, font 12,) all’indirizzo e-mail verbumlandiart2@gmail.com  
     
PREMI Sono previsti premi in denaro per le Sez. A-C, doni offerti dagli Sponsor, pubblicazioni.

Per ogni sezione verranno proclamati i primi tre classificati che riceveranno una targa personalizzata e pergamena comprensiva di motivazione.

Tutti gli altri finalisti riceveranno una medaglia e una pergamena d’onore o diploma di merito.

La giuria assegnerà premi speciali della Critica, ai candidati che si sono distinti per la pregevolezza dei loro componimenti.

Il Premio Verbumlandiart (Targa più motivazione) alla Carriera sarà offerto alle Eccellenze indicateci dagli esponenti della Giuria.

Il premio della Casa Editrice Milella verrà assegnato al componimento primo classificato nelle sezioni raccolta di poesie a tema libero (silloge) e racconto, per la sezione giovani, per incentivare il lavoro degli esordienti.

 
     

 

PREMIO-INTERNAZIONALE-CITTA-DEL-GALATEO-2017 def B

REGOLAMENTO

 OPERE A TEMA

La partecipazione è estesa a tutti gli autori di qualsiasi nazionalità, un’iniziativa per dar voce ad emozioni, sentimenti e stati d’animo. I premi saranno assegnati alle opere che si distingueranno per la qualità letteraria e/o per la tematica di impegno sociale, morale e/o educativo trattata.

SEZ.A – POESIA ADULTI: Dal pensiero del Galateo nella sua Esposizione del Pater Noster, dedicata a Isabella d’Aragona Sforza.

“Siamo fratelli e tutti eguali: non la natura, ma le leggi umane hanno creato le disuguaglianze.” (Pater Noster)

Argomentare l’attualità del suo pensiero

Massimo 3 poesie non superiori ciascuna ai 40 versi, in italiano o in dialetto con traduzione in lingua, completa dei dati personali dell’autore: nome, cognome, indirizzo, recapiti telefonici e indirizzo E-mail. I candidati devono inviare i loro componimenti in formato elettronico (formato word carattere Times New Roman, font 12,) all’indirizzo e-mail verbumlandiart2@gmail.com

SEZ.B – SAGGIO BREVE:

in lingua italiana, che non superi le 2cartelle dattiloscritte (carattere Times New Roman corpo 12)

Attualità del pensiero galateano.

Tra i temi trasversali a tuttala produzione letteraria di Antonio De Ferraris Galateo, come di tutti gli umanisti a partire da Francesco Petrarca, occupa un posto di rilievo la condanna della degenerazione da cui è colpita la società contemporanea – per il Galateo preda, come l’età tardo-

romana, del lusso e delle ricchezze, e incurante del rispetto delle buone leggi.

Tra i massimi vizi che nei secoli hanno determinato la fine di grandi imperi come quello dei Medi, dei Persiani, dei Macedoni, degli stessi Romani, Galateo riconosce come i più gravi l’avarizia e la lussuria cui si aggiunge l’amara meditazione sull’usura del tempo che tutto avvolge:

«… in apicem vitiorum ascendimus nec habemus quo ulterius progrediamur. Certant inter se duo illa maxima vitia, avaritia atque luxuria, et cum utraque in summo sit, non est facile iudicare utra illarum fit maior» [… siamo giunti al massimo grado del vizio, sicché sarebbe impossibile oltrepassare questo limite. Fanno a gara tra loro quei due vizi, i più gravi, l’avarizia e la lussuria, e quale dei due superi l’altro non è possibile dire, giacché ambedue sono sommi] (La Iapigia, 5 14).

L’unico rimedio ai mali del suo tempo è nella ricerca delle proprie radici e dunque della propria identità culturale:

«Nec puded nos generis nostri. Graeci sumus, et hoc nobis gloria accedit».

[Non ci vergogniamo della nostra razza: siamo Greci e ciò costituisce per noi motivo di vanto] (La Iapigia17 7). Antonio De Ferrariis Galateo, La Iapigia (Liber de situ Iapygiae), ed. a cura di Domenico De Filippis, Galatina, Congedo, 2005.

SEZ. C – POESIA GIOVANI (fino a 30anni):

Dal pensiero del Galateo nella sua Esposizione del Pater Noster, dedicata a Isabella d’Aragona Sforza.

“Siamo fratelli e tutti eguali: non la natura, ma le leggi umane hanno creato le disuguaglianze.” (Pater Noster.)

Argomentare l’attualità del suo pensiero

massimo 3 poesie non superiori ciascuna ai 40versi, in italiano o in dialetto con traduzione in lingua, completa dei dati personali dell’autore: nome, cognome, indirizzo, recapiti telefonici e indirizzo e-mail I candidati devono inviare i loro componimenti in formato elettronico (formato word carattere Times New Roman, font 12,) all’indirizzo e-mail verbumlandiart2@gmail.com

OPERE ISPIRATE AL PENSIERO DEL GRANDE UMANISTA   ANTONIO DE FERRARIIS, sensibile ai temi della pace, della bellezza, dell’educazione, dell’amore per la sua terra, per le arti e la cultura

SEZ. D – POESIA ADULTI   

massimo 3 poesie non superiori ciascuna ai 40versi in italiano o in dialetto con traduzione in lingua,  completa dei dati personali dell’autore: nome, cognome, indirizzo, recapiti telefonici e indirizzo E-mail. I candidati devono inviare i loro componimenti in formato elettronico (formato word carattere Times New Roman, font 12,) all’indirizzo e-mail verbumlandiart2@gmail.com

SEZ. E – SILLOGE ADULTI

Silloge poetica inedita massimo 10 poesie ognuna non superiore ai 40 versi con titolo, completa dei dati personali dell’autore: nome, cognome, indirizzo, recapiti telefonici e indirizzo E-mail.               I candidati devono inviare i loro componimenti in formato elettronico (formato word carattere Times New Roman, font 12,) all’indirizzo e-mail verbumlandiart2@gmail.com

SEZ. F – RACCONTO

un racconto di lunghezza non superiore alle le 3 cartelle editoriali (1800 BATTUTE) completo dei dati personali dell’autore: nome, cognome, indirizzo, recapiti telefonici e indirizzo E-mail. I candidati devono inviare i loro componimenti in formato elettronico (formato word carattere Times New Roman, font 12,) all’indirizzo e-mail verbumlandiart2@gmail.com

SEZ. G – POESIA GIOVANI   

massimo 2 poesie non superiori ciascuna ai 40versi in italiano o in dialetto con traduzione in lingua,  completa dei dati personali dell’autore: nome, cognome, indirizzo, recapiti telefonici e indirizzo E-mail. I candidati devono inviare i loro componimenti in formato elettronico (formato word carattere Times New Roman, font 12,) all’indirizzo e-mail verbumlandiart2@gmail.com

SEZ. H- SILLOGE GIOVANI

Silloge poetica inedita massimo 10 poesie ognuna non superiore ai 40 versi con titolo, in italiano o in dialetto con traduzione in lingua, completa dei dati personali dell’autore: nome, cognome, indirizzo, recapiti telefonici e indirizzo E-mail. I candidati devono inviare i loro componimenti in formato elettronico (formato word carattere Times New Roman, font 12,) all’indirizzo e-mail verbumlandiart2@gmail.com

SEZ. I – RACCONTO GIOVANI

un racconto di lunghezza non superiore alle le 3 cartelle editoriali (1800 BATTUTE) completo dei dati personali dell’autore: nome, cognome, indirizzo, recapiti telefonici e indirizzo E-mail. I candidati devono inviare i loro componimenti in formato elettronico (formato word carattere Times New Roman, font 12,) all’indirizzo e-mail verbumlandiart2@gmail.com

SEZ. L- GIOVANISSIMI

possono partecipare tutti gli studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado.

Poesia, in lingua italiana o in lingua straniera, a tema libero: massimo 2 poesie non superiori

ciascuna ai 40 versi CON AUTORIZZAZIONE DEL GENITORE O DI CHI DETIENE LA PATRIA

POTESTÀ.

I candidati devono inviare i loro componimenti in formato elettronico (formato word carattere

Times New Roman, font 12,) all’indirizzo e-mail verbumlandiart2@gmail.com

SEZ.M – STRANIERI POESIA ADULTI

massimo 3 poesie non superiori ciascuna ai 40versi, completa dei dati personali dell’autore: nome, cognome, indirizzo, recapiti telefonici e indirizzo E-mail. I candidati devono inviare i loro componimenti in formato elettronico (formato word carattere Times New Roman, font 12,) all’indirizzo e-mail verbumlandiart2@gmail.com

SEZ.N-  STRANIERI PROSA ADULTI

Racconto che non superi le 3cartelle dattiloscritte, completa dei dati personali dell’autore: nome, cognome, indirizzo, recapiti telefonici e indirizzo E-mail.

I candidati devono inviare i loro componimenti in formato elettronico (formato word carattere Times New Roman, font 12,) all’indirizzo e-mail verbumlandiart2@gmail.com

SEZ. O – STRANIERI POESIA GIOVANI

massimo 2 poesie non superiori ciascuna ai 40versi, completa dei dati personali dell’autore: nome, cognome, indirizzo, recapiti telefonici e indirizzo E-mail.I candidati devono inviare i loro componimenti in formato elettronico (formato word carattere Times New Roman, font 12,) all’indirizzo e-mail verbumlandiart2@gmail.com

SEZ.P-  STRANIERI PROSA GIOVANI

Racconto che non superi le 3cartelle dattiloscritte, completa dei dati personali dell’autore: nome, cognome, indirizzo, recapiti telefonici e indirizzo E-mail.

I candidati devono inviare i loro componimenti in formato elettronico (formato word carattere Times New Roman, font 12,) all’indirizzo e-mail verbumlandiart2@gmail.com

N.B. Sono accettate solo spedizioni email. La scadenza per la presentazione degli elaborati è fissata alla data del 30 giugno 2017. Farà fede la data dell’email stessa.

CATEGORIA LIBRI EDITI

SEZ. Q – Poesia Edita 

Inviare tre copie cartacee originali dell’opera (escluse fotocopie), in italiano, edita a partire dal 2010

compreso, una sola copia completa di firma e dati personali e recapiti dell’autore.

I candidati devono inviare i loro libri   all’indirizzo della Sede legale dell’Associazione

VerbumlandiArt, Via r.Vaglio,15 – 73044 Galatone  –LE-

SEZ. R-  Narrativa Edita e Saggistica Letteraria                                 

Inviare tre copie cartacee originali dell’opera (escluse fotocopie), in italiano, edita a partire dal 2010

compreso, una sola copia completa di firma, dati personali e recapiti dell’autore.

I candidati devono inviare i loro libri all’indirizzo della Sede legale dell’Associazione

VerbumlandiArt, Via R.Vaglio, 15 – 73044 Galatone – (Lecce)

SEZ.S- Narrativa -Poesia horror gotica

Inviare tre copie cartacee originali dell’opera (escluse fotocopie), in italiano, edita a partire dal 2010

compreso, una sola copia completa di firma, dati personali e recapiti dell’autore.

I candidati devono inviare i loro libri all’indirizzo della Sede legale dell’Associazione

VerbumlandiArt, Via R.Vaglio,15 – 73044 Galatone – (Lecce)

N.B.

Sono accettate solo spedizioni cartacee e non sono ammessi testi in forma di Ebook.

La scadenza per la presentazione degli elaborati è fissata alla data del

30 giugno 2017. Farà fede il timbro postale.

Avvertenza: La partecipazione al premio nella sezione L) giovanissimi, va autorizzata dal genitore o da chi detiene la patria potestà.

Le opere presentate potranno essere edite o inedite, purché mai vincitrici in altri concorsi. Saranno accettate opere pubblicate su giornali, riviste, antologie o sul web. È consentita la partecipazione dello stesso autore a più di una sezione con opere differenti, previo pagamento di una ulteriore quota di partecipazione.

Art. 2) scadenza di presentazione

Le opere dovranno pervenire entro e non oltre il 30 giugno 2017

Art. 3) quota di partecipazione

La quota di partecipazione quale contributo e sostegno per le spese di lettura e segreteria,

Sezioni A-B-D-E-F è di € 15 (quindici/00).

Sezioni C-G-H-I è di € 5 (cinque/00)

Sezioni O-P è di € 20 (venti/00)

Sezioni L-M-N-O-P è GRATUITA

Sezioni Q-R-S è di € 20 (20venti/00)

I soci adulti dell’associazione VerbumlandiArt hanno diritto a uno sconto e pagheranno euro 10 (dieci/00) Le quote dovranno essere versate secondo le seguenti modalità:

Contributi Volontari di Partecipazione

  1. versamento su c/c postale n° 001012364095 intestato a “VerbumlandiArt”
  2. op. Bonifico sul Conto Corrente Banco Posta IBAN: IT09N0760116000001012364095
  3. corrisposto in contanti;
  4. Causale: contributo volontario spese organizzative

Art. 4) invio delle opere

Le opere devono essere inviate a mezzo posta elettronica all’indirizzo verbumlandiart2@g.mail.com

I libri invece devono essere spediti a Verbumlandiart via R.Vaglio, 15 – 73044 Galatone -Le-

Le adesioni che giungeranno oltre i termini previsti dal presente regolamento, non saranno prese in considerazione.

L’email e i libri spediti dovranno contenere.

  1. I dati personali dell’autore: nome, cognome, indirizzo, recapiti telefonici e indirizzo E-mail. con dichiarazione che le poesie sono opera del proprio ingegno e libere da qualsiasi vincolo (dichiarazione di paternità dell’opera), e autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi dell’art.13 del D.Lgs. nr. 196/03 (liberatoria relativa ai diritti in materia di privacy)
  2. copia dell’avvenuto versamento del contributo e sostegno per le spese di lettura e segreteria.

L’assenza della copia dell’avvenuto versamento o dei dati personali, comporta l’esclusione automatica dal concorso delle opere inviate.

Art. 5) liberatoria

Con la partecipazione al concorso, ogni autore acconsente alla divulgazione delle proprie opere da parte dell’associazione “VerbumlandiArt”, anche ai fini dell’antologia, senza avere nulla a pretendere e rinunciando a qualsiasi pretesa economica. Tutti i diritti restano comunque di proprietà dell’autore. Le opere inviate per il concorso non saranno restituite.

Ogni autore, per il fatto stesso di partecipare al premio, dichiara la paternità e la proprietà intellettuale e creativa delle opere inviate, di avere pertanto pieno possesso dei diritti dell’opera, piena disponibilità e che non sono sottoposte ad alcun vincolo editoriale. L’Organizzazione non risponde di eventuali operazioni di plagio.

Art. 6) Comitato di giuria

Le opere saranno valutate in forma rigorosamente anonima dal comitato di giuria, composto da critici ed esponenti del mondo della cultura, informazione, docenza universitaria i cui giudizi sono insindacabili e inappellabili.

La Giuria non è tenuta a rendere pubblici i titoli delle opere escluse dalla premiazione finale. La loro opera viene svolta nel pieno rispetto delle linee guida dell’Associazione.

Art.7) Risultati

Notizie periodiche e risultati sulle opere e sugli gli autori premiati, verranno pubblicati sul sito ufficiale dell’associazione www.verbumlandiart.com

Art. 8) Premi

Premi

Sono previsti premi in denaro per le Sez. A-C, doni offerti dagli Sponsor, pubblicazioni.

Per ogni sezione verranno proclamati i primi tre classificati che riceveranno una targa personalizzata e pergamena comprensiva di motivazione.

Tutti gli altri finalisti riceveranno una medaglia e una pergamena d’onore o diploma di merito.

La giuria assegnerà premi speciali della Critica, ai candidati che si sono distinti per la pregevolezza dei loro componimenti.

Il Premio Verbumlandiart (Targa più motivazione) alla Carriera sarà offerto alle Eccellenze indicateci dagli esponenti della Giuria.

Il premio della Casa Editrice Milella verrà assegnato al componimento primo classificato nelle sezioni raccolta di poesie a tema libero (silloge) e racconto, per la sezione giovani.

I premi saranno consegnati esclusivamente durante la cerimonia di premiazione agli autori premiati o a loro delegati. 

I premi non ritirati nel corso della premiazione (ad esclusione degli attestati) non verranno spediti, ma resteranno a disposizione degli aventi diritto per sei mesi presso la sede legale dell’associazione a meno di accordi particolari con l’autore per la spedizione a domicilio.

Art. 9) Cerimonia di premiazione

la premiazione avverrà nel corso della serata conclusiva (29 settembre) della manifestazione.

I vincitori dovranno raggiungere il luogo della premiazione a loro spese. Ogni eventuale variazione verrà comunicata preventivamente.

In caso di provata impossibilità, potranno delegare persona di loro fiducia mediante delega scritta. Sarà data massima diffusione circa l’evento attraverso stampa, internet e TV locali.

Art. 10) Antologia

L’organizzazione provvederà, come tradizione, alla stampa dell’antologia della presente edizione, pubblicata mediante casa editrice convenzionata con l’associazione. L’antologia conterrà le migliori opere valutate e selezionate come meritevoli dalla giuria, con relativa motivazione ed eventuali note biografiche degli autori.

Art. 11) Informativa sulla privacy

Le utenze e gli indirizzi e-mail comunicati alla Segreteria del premio, verranno utilizzate solo per comunicazioni legate al Premio Letterario Nazionale. I dati personali saranno trattati nel rispetto del D.lgs 196/2003.

L’organizzazione, ove si renda necessario, si riserva il diritto di apportare variazioni al presente bando e al piano premi. L’Organizzazione non risponde altresì di qualsiasi conseguenza dovuta ad informazioni mendaci circa le generalità comunicate. La partecipazione al concorso comporta la piena accettazione del presente bando per tutte le clausole che lo compongono. L’inosservanza di una qualsiasi delle norme nello stesso prescritte costituisce motivo di esclusione dal premio.

per informazioni:

Associazione culturale Verbumlandi-Art

via R. Vaglio, 15 – 73044 Galatone (Lecce)

cell.  338 6341006
Risultati
Verranno informati dei risultati i vincitori e i menzionati in tempo utile per poter partecipare alla premiazione.
I risultati del Premio saranno comunque visibili sul sito www.verbumlandiart.com, Notizie relative al Premio saranno diramate attraverso la stampa nazionale e ogni altro veicolo di informazione

Note e dati personali
La partecipazione al Premio implica l’incondizionata accettazione di tutte le clausole del presente Regolamento.
Con l’autorizzazione al trattamento dei dati personali si garantisce che questi saranno utilizzati esclusivamente ai fini del concorso e nell’ambito delle iniziative culturali del Cenacolo per la legge 675 del 31/12/96 e D.L. 196/03. Le opere non saranno restituite: i libri verranno donati per progetti culturali.

L’organizzazione, ove si renda necessario, si riserva il diritto di portare variazioni al presente regolamento e al piano premi. L’Organizzazione non risponde altresì di qualsiasi conseguenza dovuta ad informazioni mendaci circa le generalità comunicate.

 

GIURIA
Presidente Onorario:

Haidar Hafez
Giurati: Annella Prisco, Benedetta Stasi, Carlo Alberto Augieri, Carmen Moscariello, Ciro Cianni,

Francesco Lenoci, Goffredo Palmerini, Lorenzo Spurio, Luigi Grasso, Rosa Nicoletta Tomasone.

Consulente Artistico: Giancarlo Danieli, Valerio Vaglio.

Organizzazione e Logistica: Luigia Costantini, Titti Vaglio, Simona Margherito, Elisabetta Zuccalà,

Collaboratori:

Marketing e Comunicazione: Giancarlo Danieli, Davide Capua.

Il Caffè Letterario di VerbumlandiArt e il Cenacolo dei Giovani talenti

 

 

“Festival Internazionale dell’arte, dell’ amicizia e della pace Italia Uzbekistan “

 

PESARO – “Il Festival dell’Arte e dell’Amicizia e della Pace Italia Uzbekistan”, che si è svolto venerdì 18 e sabato 19 novembre 2016 all’Alexander Museum Palace, ha registrato un lusinghiero successo tra gli artisti ed il pubblico.
Notevole è stato l’impegno di Aida Abdualleva che ha tirato le fila di tutta l’organizzazione, il contributo artistico e di ospitalità del conte Marcucci Pinoli e il contributo di Regina Resta dell’Associazione Verbumlandiart, che ha curato i rapporti internazionali con la delegazione uzbeka. Aida Abdualleva, di origine uzbeka, precisamente della capitale Taskent, da quasi vent’anni in Italia e da quasi altrettanto tempo ha custodito il sogno di avvicinare l’Uzbekistan e l’Italia attraverso mostre, concerti e scambi culturali, facendo arrivare artisti dall’Uzbekistan.
Ora il sogno si è realizzato, al Festival sono stati presenti pittori, musicisti, stilisti. Anche Aida ha talento artistico, che esprime nella pittura e nell’arte della ceramica, appreso dalla madre, coltivato nell’Istituto artistico della capitale e poi coronato con una laurea in Lettere e Scienze Culturali.
Nella sua vita di artista ha all’attivo più di 60 mostre, tra personali e collettive in Uzbekistan, in Italia e in diversi altri paesi. Il Festival dell’Arte e dell’Amicizia è stato inaugurato alla presenza del Consigliere dell’Ambasciata dell’Uzbekistan Rustam Kayumov, ha avuto come ospite nella seconda giornata Luca Bartolucci, assessore del Comune di Pesaro e sarà aperto fino al primo dicembre con la mostra degli artisti: Aida Abdullaeva, Akmal Nur (Presidente dell’Accademia di Belle Arti dell’Uzbekistan), Albert Edwin Flury, Alisher Alikulov, Antonino Leanza, Carlos Callegari, Farida Maksumova, Fausto Ercolani, Francesca Guidi, Giuseppa Comodi, Kamila Kerimova, Lilian Rita Callegari, Luca Peroni, Marina Ribnikova, Massimo Cedrini, Miguel Angel Acosta Lara, Paola Zannoni, Sabrina Golin, Stjepko Mamic, Tohir Karimov, Veronica Severi, Vincenza D’augelli, Wilson Santinelli.
Nella città della musica non poteva mancare un incontro musicale, rappresentato per l’Uzbekistan dalle due giovani ed affermate pianiste, Nigora Khusanova e Maryam Ilyasova, che si sono esibite a quattro mani su musiche dell’uzbeko Kaharamon Rakhimov, e per l’Italia dai giovanissimi: Michele Castaldo, pianista e Diana e Ilaria Massacesi, pianista e violinista, oltre alla splendida voce del soprano lirico Teresa Sparaco e il suo gruppo “Le dame del regno” di Caserta con Cecilia D’lorio, primo violino, Ludovica Ambroselli, violino e Marilena Di Martino, viola.
Nella seconda giornata, si è esibito il gruppo folk traditional dall’Umbria, “Quintessenza italiana” con Mauro Branda, Maria Morena Lepri, Moreno Ilicini, Milena Regali e Nicoletta Ricciarelli. Alternati ai concerti hanno letto le loro poesie i poeti Franca Mancinelli e Luigi Socci. Una sezione importante del Festival è stata la sfilata di moda della stilista uzbeka Taisiya Chursina “Tais&I”, della stilista croata Sladana Krstic, della stilista Michela Ricci della Arte Moda Scuola di Fano, della stilista Silvia Monticelli“Arte Di Penelope”, Fabiana Gabellini, e Marina Corazziari “Gioielli Scultura”.
Le acconciature sono state curate da Cinzia Daries di “Amiche Parrucchieri” di Pesaro ed il make up da Celeste Trovato de “La Bottega di Celeste”. In chiusura della sfilata si è esibito il mimo di Zareen Carlotta Cecchini e di Stella Cerioni.
La grafica digitale del Festival è opera dell’artista messicano Miguel Angel Acosta Lara, che ha offerto la sua preziosa collaborazione in rete dal Messico, seguendo i lavori per oltre tre mesi.
Il Reportage fotografico porta la firma del fotografo ufficiale del festival Wilson Santinelli, a cui si deve, grazie ai suoi scatti artistici, la restituzione dello spirito e della bellezza dell’evento.
Si ringraziano Vincenza D’Augelli per la lettura di posie di Alessandro Nani Marcucci Pinoli, Michela Pacassoni e Francesca Guidi per la collaborazione nella presentazione delle due giornate d’apertura, Fano Tv per le riprese, Maurizio Giri social network, Franco Mancinelli per la consulenza letteraria, Giancarlo Chiuselli e Samuele Matteucci, tecnici del suono, le modelle della sfilata di moda; si ringraziano, infine, tutti i numerosissimi collaboratori ed i partecipanti.
Le numerose collaborazioni che hanno permesso la realizzazione del Festival sono anche una dimostrazione del successo della manifestazione che si poneva come obiettivo la conoscenza, l’amicizia, il confronto e lo scambio culturale tra i due paesi.
 Si ringraziano:
Aida Abdualleva , Alessandro Marcucci Pinoli , Regina Resta, Rustam Kayumov, Luca Bartolucci, Akmal Nur , Albert Edwin Flury, Alisher Alikulov, Antonino Leanza, Carlos Callegari, Farida Maksumova, Fausto Ercolani, Francesca Guidi, Giuseppa Comodi, Kamila Kerimova, Lilian Rita Callegari, Luca Peroni, Marina Ribnikova, Massimo Cedrini, Miguel Angel Acosta Lara, Paola Zannoni, Sabrina Golin, Stjepko Mamic, Tohir Karimov, Veronica Severi, Vincenza D’augelli, Wilson Santinelli, Nigora Khusanova ,Maryam Ilyasova, Michele Castaldo, Diana Massacesi, Ilaria Massacesi, Teresa Sparaco ,Le dame del regno, Cecilia D’lorio, Ludovica Ambroselli, Marilena Di Martino, Quintessenza italiana , Mauro Branda, Maria Morena Lepri, Moreno Ilicini, Milena Regali , Nicoletta Ricciarelli,Franca Mancinelli ,Luigi Socci,Taisiya Chursina, “Tais&I”, Sladana Krstic, Michela Ricci ,Arte Moda, Silvia Monticell, Arte Di Penelope, Fabiana Gabellini, Marina Corazziari, “Gioielli Scultura”,Cinzia Daries , Amiche Parrucchieri, Celeste Trovato , La Bottega di Celeste, Zareen Carlotta Cecchini , Stella Cerioni, Miguel Angel Acosta Lara, Wilson Santinelli, Vincenza D’Augelli , Michela Pacassoni , Fano TV , Maurizio Giri, Franco Mancinelli , Giancarlo Chiuselli , Samuele Matteucci.

Questo “Festival Internazionale dell’arte, dell’ amicizia e della  pace  Italia Uzbekistan “, ha  guadagnato forza e popolarità sia in Italia che in Uzbekistan.

Sede del Festival è stato l’Alexander Museum Palace Hotel fronte mare, l’unica struttura italiana nel top 10 dei più prestigiosi hotel europei di design ed è stata dichiarata “Opera non trasportabile” alla Biennale di Venezia del 2011. I corridoi, le sale, la piscina, portano il segno di artisti come: Giò Pomodoro, Enzo Cucchi, Mimmo Paladino, Sandro Chia, Simon Benetton, Primo Formenti, Nanni Valentini, Gino Marotta, Davide dall’Osso, Floriano Ippoliti. Le stanze e le porte sono state dipinte da settantacinque artisti.

La proprietà è del conte Alessandro Marcucci Pinoli di Valfesina, proprietario di numerosi hotel in Italia, una personalità eclettica, filantropo, scrittore, poeta, pittore e scultore ed anche, mecenate, collezionista e imprenditore turistico, che nella vita è stato avvocato, console e ambasciatore.

 

“Il Festival dell’Arte e dell’Amicizia e della Pace Italia Uzbekistan”

 

 

 

festival dell'arte dell'amicizia e della pace italia uzbekistan

“Il Festival dell’Arte e dell’Amicizia e della Pace Italia Uzbekistan”, inaugurato venerdì 18 e sabato 19 novembre 2016 all’Alexander Museum Palace, ha registrato un lusinghiero successo tra gli artisti ed il pubblico. Notevole è stato l’impegno di Aida Abdualleva che ha tirato le fila di tutta l’organizzazione, il contributo artistico e di ospitalità del conte Marcucci Pinoli e il contributo di Regina Resta dell’Associazione Verbumlandiart che ha curato i rapporti internazionali con la delegazione uzbeka.

 

Aida Abdualleva, è di origine uzbeka, precisamente della capitale Taskent, da quasi vent’anni in Italia e da quasi altrettanto tempo ha custodito il sogno di avvicinare l’Uzbekistan e l’Italia attraverso mostre, concerti e scambi culturali, facendo arrivare artisti dall’Uzbekistan.

15174688_1772846082968437_1432381865_n

Ora il sogno si è realizzato, al festival sono stati presenti pittori, musicisti, stilisti. Anche Aida ha talento artistico, che esprime in pittura e nell’arte della ceramica, appreso dalla madre, coltivato nell’Istituto artistico della capitale e poi coronato laureandosi in Lettere e Scienze Culturali. Nella sua vita di artista ha all’attivo più di 60 mostre tra personali e collettive in Uzbekistan, in Italia e in diversi altri paesi.

Il Festival dell’Arte e dell’Amicizia è stato inaugurato alla presenza del Consigliere dell’Ambasciata dell’Uzbekistan Rustam Kayumov, ha avuto come ospite nella seconda giornata Luca Bartolucci, assessore del Comune di Pesaro e sarà aperto fino al primo dicembre con la mostra degli artisti: Aida Abdullaeva, Akmal Nur (Presidente dell’Accademia di Belle Arti dell’Uzbekistan), Albert Edwin Flury, Alisher Alikulov, Antonino Leanza, Carlos Callegari, Farida Maksumova, Fausto Ercolani, Francesca Guidi, Giuseppa Comodi, Kamila Kerimova, Lilian Rita Callegari, Luca Peroni, Marina Ribnikova, Massimo Cedrini, Miguel Angel Acosta Lara, Paola Zannoni, Sabrina Golin, Stjepko Mamic, Tohir Karimov, Veronica Severi, Vincenza D’augelli, Wilson Santinelli. Nella città della musica non poteva mancare un incontro musicale, rappresentato per l’Uzbekistan dalle due giovani ed affermate pianiste, Nigora Khusanova e Maryam Ilyasova, che si sono esibite a quattro mani su musiche dell’uzbeko Kaharamon Rakhimov, e per l’Italia dai giovanissimi: Michele Castaldo, pianista e Diana e Ilaria Massacesi, pianista e violinista, oltre alla splendida voce del soprano lirico Teresa Sparaco e il suo gruppo “Le dame del regno” di Caserta con Cecilia D’lorio, primo violino, Ludovica Ambroselli, violino e Marilena Di Martino, viola. Nella seconda giornata, si è esibito il gruppo folk traditional dall’Umbria, “Quintessenza italiana” con Mauro Branda, Maria Morena Lepri, Moreno Ilicini, Milena Regali e Nicoletta Ricciarelli.

 

Alternati ai concerti hanno letto loro poesie i poeti Franca Mancinelli e Luigi Socci. Una sezione importante del Festival è stata la sfilata di moda della stilista uzbeka Taisiya Chursina “Tais&I” , della stilista croata Sladana Krstic, della stilista Michela Ricci della Arte Moda Scuola di Fano, della stilista Silvia Monticelli“Arte Di Penelope” , Fabiana Gabellini, e Marina Corazziari “Gioielli Scultura”. Le acconciature sono state curate da Cinzia Daries di “Amiche Parrucchieri” di Pesaro ed il make up da Celeste Trovato de “La Bottega di Celeste”. In chiusura della sfilata si è esibito il mimo di Zareen Carlotta Cecchini e di Stella Cerioni.

La grafica digitale del Festival è opera dell’artista messicano Miguel Angel Acosta Lara che ha offerto la sua preziosa collaborazione in rete dal Messico seguendo i lavori per oltre tre mesi. Il Reportage fotografico porta la firma del fotografo ufficiale del festival Wilson Santinelli, a cui si deve, con i suoi scatti artistici, la restituzione dello spirito e della bellezza dell’evento.

Si ringraziano Vincenza D’Augelli per la lettura di posie di Alessandro Nani Marcucci Pinoli, Michela Pacassoni e Francesca Guidi per la collaborazione nella presentazione delle due giornate d’apertura, Fano Tv per le riprese, Franco Mancinelli per la consulenza letteraria, Giancarlo Chiuselli e Samuele Matteucci, tecnici del suono, le modelle della sfilata di moda, si ringraziano infine tutti i numerosissimi collaboratori ed i partecipanti.

Le numerose collaborazioni che hanno permesso la realizzazione del festival sono anche una dimostrazione del successo della manifestazione che si poneva come obiettivo la conoscenza, l’amicizia, il confronto e lo scambio culturale tra i due paesi.

Redazione
Foto di Wilson Santinelli

FESTIVAL DELL’ARTE, DELL’AMICIZIA E DELLA PACE ITALIA UZBEKISTAN

 

14915677_1762684487317930_8479163258629655648_n

FESTIVAL DELL’ARTE, DELL’AMICIZIA E DELLA PACE ITALIA UZBEKISTAN

Dal 18 novembre 2016 al 2 dicembre 2016 si terrà a Pesaro, ricca città sull’Adriatico, del Centro Italia, il secondo “Festival dell’Arte, dell’Amicizia e della Pace Italia Uzbekistan”. L’inaugurazione e il vernissage si terranno il 18 e il 19 novembre 2016, il primo giorno alle ore 17.00, il secondo alle ore 18.00.

 

 

Ideatrice e organizzatrice del festival è la nota artista  Aida Abdullaeva. Il festival ha la collaborazzione  dell’Associazione Internazionale «VerbumlandiART», Presidente Regina Resta, ed i Patrocinii del Comune di  Pesaro,  Regione Marche, Provincia di Pesaro Urbino, Confcommercio di Pesaro e Urbino, Accademia delle Belle  Arti dell’Uzbekistan, Ambasciata dell’Uzbekistan a Roma, Uzbekistan Airways, O’zbekkino, Fano TV, Fano International FilmFestival “FFF” e altri Enti.

 

Questo “Festival Internazionale dell’arte, dell’ amicizia e della  pace  Italia Uzbekistan “, e sta guadagnando forza e popolarità sia in Italia che in Uzbekistan.  Dopo Gubbio 2015, a Palazzo dei Consoli, è Pesaro quest’anno la città ospite, Città della Musica, perché patria di Gioacchino Rossini e del ROF Rossini Opera Festival, inoltre è sede della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema ed è candidata ufficiale per l’Italia a “Città Creativa Unesco“.

Sede del Festival è l’Alexander Museum Palace Hotel fronte mare, l’unica struttura italiana nel top 10 dei più prestigiosi hotel europei di design ed è stata dichiarata “Opera non trasportabile” alla Biennale di Venezia del 2011. I corridoi, le sale, la piscina, portano il segno di artisti come: Giò Pomodoro, Enzo Cucchi, Mimmo Paladino, Sandro Chia, Simon Benetton, Primo Formenti, Nanni Valentini, Gino Marotta, Davide dall’Osso, Floriano Ippoliti. Le stanze e le porte sono state dipinte da settantacinque artisti.

La proprietà è del conte Alessandro Marcucci Pinoli di Valfesina, proprietario di numerosi hotel in Italia, una personalità eclettica, filantropo, scrittore, poeta, pittore e scultore ed anche, mecenate, collezionista e imprenditore turistico, che nella vita è stato avvocato, console e ambasciatore.

Ospiti d’onore, quest’anno, sono Rustam Kayumov, rappresentante dell’Ambasciata della Repubblica dell’Uzbekistan in Italia, e Vittorio Giorgi, Console Onorario dell’Uzbekistan della Regione Campania.

Al Festival espongono i più grandi artisti uzbeki, dall’artista Accademico e Presidente delle Belle Arti dell’Uzbekistan, Akmal Nur, che era ospite d’onore al Festival di Gubbio nel 2015, ad artisti come, Alisher Alikulov, Alisher Narzullaev ed altri  prestigiosi artisti italiani insieme ad artisti dalla Germania, Messico, Croazia e Venezuela.

  1. Anche quest’anno al Festival ci sono concerti di musicisti uzbeki e italiani, come ad esempio, il concerto della pianista Nigora Khusanova (vincitrice di molti concorsi internazionali), che eseguirà opere del famoso compositore uzbeko Kahramon Rakhimov in due con la pianista
    Maryam Ilyasova, con la famosa soprano lirico Teresa Sparaco, già nota in Uzbekistan, Cecilia D’lorio, Ludovica Ambroselli, Marilena Di Martino, Maria Morena Lepri, Mauro Branda, Moreno Ilicini, Milena Regali e Nicoletta Ricciarelli.

 

Partecipano inoltre giovani musicisti della città di Pesaro, la pianista Diana Massacesi, la violinista Ilaria Massacesi, il pianista Michele Castaldo. Nell’ambito del Festival in collaborazione con la “Società amici della Musica di Jesi” Giuseppe Di Chiara, il giorno 17 novembre nella città di Jesi, si terrà un concerto di pianoforte con le pianiste Nigora Khusanova e Maryam Ilyasova.

Un momento particolarmente suggestivo, il giorno 18 novembre, è il connubio di poesia e arte con l’incontro e la lettura dei poeti Alessandro Nani Marcucci Pinoli, Umberto Piersanti, Franca Mancinelli, Luigi Socci.

Nella Galleria degli Specchi dell’Alexander Museum, il giorno 19 novembre si terrà una sfilata di moda della stilista uzbeka Taisiya Chursina e di stilisti italiani, come Daniele Callegari, Barbara Galimberti, Silvia Monticelli, Fabiana Gabellini, Marina Corazziari Gioielli Scultura e anche la stilista croata Sladana Krstic.

Il fotografo ufficiale di questo evento è Wilson Santinelli.

  1. Artisti : Aida Abdullaeva (Italia Uzbekistan),Akmal Nur (Uzbekistan),Albert Edwin Flury (Italia),Albina Dvortsis (Germania),Alisher Alikulov (Uzbekista),Alisher Narzullaev (Uzbekistan),Antonino Leanza (Italia),Carlos Callegari (Italia Venezuela),Farida Maksumova (Uzbekistan),Fausto Ercolani (Italia),Francesca Guidi (Italia),Giuseppa Comodi (Italia),Kamila Kerimova (Uzbekistan),Lilian Rita Callegari (Italia Venezuela),Luca Peroni (Italia), Marina Ribnikova (Uzbekistan), Massimo Cedrini (Italia),Miguel Angel Acosta Lara (Mexico),Paola Zannoni (Italia),Sabrina Golin (Italia),Sonia Seu (Italia),Stjepko Mamic (Crovazia), Tina Marzo (Italia),Tohir Karimov (Uzbekistan),Veronica Severi (Italia),Vincenza D’augelli (Italia),Wilson Santinelli (Italia).

Siamo sicuri che questo festival non susciterà solo l’interesse degli ospiti, dei rappresentanti delle istituzioni, e degli storici e critici dell’arte, ma  che consentirà anche al gran numero di visitatori di avvicinare la cultura dell’Uzbekistan e favorire l’amicizia e la riscoperta della Via della Seta già percorsa da Marco Polo quasi mille anni fa.

 

 

FESTIVAL DELL’ARTE, DELL’AMICIZIA E DELLA PACE ITALIA UZBEKISTAN – Aida Abdullaeva

 

miguel-angel-acosta-lara-2

FESTIVAL DELL’ARTE, DELL’AMICIZIA E DELLA PACE ITALIA UZBEKISTAN

Dal 18 novembre 2016 al 2 dicembre 2016 si terrà a Pesaro, ricca città sull’Adriatico, del Centro Italia, il secondo “Festival dell’Arte, dell’Amicizia e della Pace Italia Uzbekistan”. L’inaugurazione e il vernissage si terranno il 18 e il 19 novembre 2016, il primo giorno alle ore 17.00, il secondo alle ore 18.00.

Ideatrice e organizzatrice del festival è la nota artista  Aida Abdullaeva. Il festival ha la collaborazione  dell’Associazione Internazionale «VerbumlandiArt», Presidente Regina Resta, ed i Patrocinii del Comune di  Pesaro,  Regione Marche, Provincia di Pesaro Urbino, Confindustria di Pesaro e Urbino, Accademia delle Belle  Arti dell’Uzbekistan, Ambasciata dell’Uzbekistan a Roma, Uzbekistan Airways, O’zbekkino, Fano TV, Fano International FilmFestival “FFF” e altri Enti.

Questo “Festival Internazionale dell’arte, dell’ amicizia e della  pace  Italia Uzbekistan “, e sta guadagnando forza e popolarità sia in Italia che in Uzbekistan.  Dopo Gubbio 2015, a Palazzo dei Consoli, è Pesaro quest’anno la città ospite, Città della Musica, perché patria di Gioacchino Rossini e del ROF Rossini Opera Festival, inoltre è sede della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema ed è candidata ufficiale per l’Italia a “Città Creativa Unesco“.

Sede del Festival è l’Alexander Museum Palace Hotel fronte mare, l’unica struttura italiana nel top 10 dei più prestigiosi hotel europei di design ed è stata dichiarata “Opera non trasportabile” alla Biennale di Venezia del 2011. I corridoi, le sale, la piscina, portano il segno di artisti come: Giò Pomodoro, Enzo Cucchi, Mimmo Paladino, Sandro Chia, Simon Benetton, Primo Formenti, Nanni Valentini, Gino Marotta, Davide dall’Osso, Floriano Ippoliti. Le stanze e le porte sono state dipinte da settantacinque artisti.

La proprietà è del conte Alessandro Marcucci Pinoli di Valfesina, proprietario di numerosi hotel in Italia, una personalità eclettica, filantropo, scrittore, poeta, pittore e scultore ed anche, mecenate, collezionista e imprenditore turistico, che nella vita è stato avvocato, console e ambasciatore.

Ospiti d’onore, quest’anno, sono Rustam Kayumov, rappresentante dell’Ambasciata della Repubblica dell’Uzbekistan in Italia, e Vittorio Giorgi, Console Onorario dell’Uzbekistan della Regione Campania.

Al Festival espongono i più grandi artisti uzbeki, dall’artista Accademico e Presidente delle Belle Arti dell’Uzbekistan, Akmal Nuridinov (Akmal Nur), che era ospite d’onore al Festival di Gubbio nel 2015, ad artisti come, Alisher Alikulov, Alisher Narzullaev ed altri  prestigiosi artisti italiani insieme ad artisti dalla Germania, Messico, Croazia e Venezuela.

Anche quest’anno al Festival ci sono concerti di musicisti uzbeki e italiani, come ad esempio,  il concerto della pianista Nigora Khusanova (vincitrice di molti concorsi internazionali), che eseguirà opere del famoso compositore uzbeko Kahramon Rakhimov in due con la pianista Maria Ilyasova, con la famosa soprano lirico Teresa Sparaco, già nota in Uzbekistan, Cecilia D’lorio, Ludovica Ambroselli, Marilena Di Martino, Maria Morena Lepri e Mauro Branda.

Partecipano inoltre giovani musicisti della città di Pesaro, la pianista Liana Massaccesi, la violinista Ilaria Massaccesi, il pianista Michele Castaldo. Nell’ambito del Festival in collaborazione con la “Società amici della Musica di Jesi” Giuseppe Di Chiara, il giorno 17 novembre nella città di Jesi, si terrà un concerto di pianoforte con le pianiste Nigora Khusanova e Maryam Ilyasova.

Un momento particolarmente suggestivo, il giorno 18 novembre, è il connubio di poesia e arte con l’incontro e la lettura dei poeti Umberto Piersanti, Franca Mancinelli, Luigi Socci.

Nella Galleria degli Specchi dell’Alexander Museum, il giorno 19 novembre si terrà una sfilata di moda della stilista uzbeka Taisiya Chursina e di stilisti italiani, come Daniele Callegari, Sandra Saviozzi, Barbara Galimberti, Silvia Monticelli, , Fabiana Gabellini e Marina Corazziari Gioielli Scultura.

Il fotografo ufficiale di questo evento è Wilson Santinelli.

Artisti : Aida Abdullaeva (Italia Uzbekistan),Akmal Nur (Uzbekistan),Albert Edwin Flury (Italia),Albina Dvortsis (Germania),Alisher Alikulov (Uzbekista),Alisher Narzullaev (Uzbekistan),Antonino Leanza (Italia),Carlos Callegari (Italia Venezuela),Farida Maksumova (Uzbekistan),Fausto Ercolani (Italia),Francesca Guidi (Italia),Giuseppa Comodi (Italia),Kamila Kerimova (Uzbekistan),Lilian Rita Callegari (Italia Venezuela),Luca Peroni (Italia), Marina Ribnikova (Uzbekistan),Miguel Angel Acosta Lara (Mexico),Paola Zannoni (Italia),Sabrina Golin (Italia),Sonia Seu (Italia),Stjepko Mamic (Crovazia), Tina Marzo (Italia),Tohir Karimov (Uzbekistan),Veronica Severi (Italia),Vincenza D’augelli (Italia),Wilson Santinelli (Italia).

Siamo sicuri che questo festival non susciterà solo l’interesse degli ospiti, dei rappresentanti delle istituzioni, e degli storici e critici dell’arte, ma  che consentirà anche al gran numero di visitatori di avvicinare la cultura dell’Uzbekistan e favorire l’amicizia e la riscoperta della Via della Seta già percorsa da Marco Polo quasi mille anni fa.

listener